FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Prima della Scala, trionfo per la "Tosca": 15 minuti di applausi | Mattarella alle maestranze: "Mi è piaciuta molto"

Ovazione per il Capo dello Stato, il regista Livermore: "Grande festa per la cultura italiana". Piazza blindata per timore delle contestazioni ma nessun incidente

Quasi quindici minuti di applausi per la "Tosca" di Giacomo Puccini che ha aperto, come da tradizione nel giorno di Sant'Ambrogio, la stagione della Scala di Milano. Piazza blindata con 600 uomini per timore delle contestazioni annunciate e molti personaggi noti presenti, a partire dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella a cui il pubblico ha riservato una vera ovazione. Applausi anche per la senatrice Liliana Segre.

 

LEGGI ANCHEPrima della Scala: protesta in piazza di lavoratori e centri sociali

 

Una Prima dal sapore particolare, anche perché è l'ultima dell'era Pereira, il sovrintendente uscente (direzione Maggio Fiorentino), che da marzo sarà rimpiazzato da Dominique Meyer. Con la regia di Davide Livermore e la direzione di Riccardo Chailly, la "Tosca" presentata è stata quella dell'edizione critica, che riporta alla primissima esecuzione. "È una grande festa per la cultura italiana, il giorno più importante" ha detto il regista. "Venticinque anni fa sono stati tagliati il 33% dei soldi alla cultura ed è un peccato straordinario, perché senza cultura perdiamo memoria storica, quindi identità",

 

"Non saprei da dove cominciare per fare i complimenti", ha detto il presidente Mattarella incontrando le maestranze della Scala durante il secondo intervallo. "Mi è piaciuto tutto". Il presidente è andato nella zona dei camerini insieme agli ospiti del palco reale, a guidarli il sindaco Giuseppe Sala e il sovrintendente Pereira. Prima Mattarella ha incontrato gli artisti, il maestro Riccardo Chailly e il regista Davide Livermore a cui ha fatto i complimenti "per una messa in scena straordinaria, capace di innovare rispettando la partitura". All'uscita dal teatro, accompagnato dagli applausi del pubblico, il Capo dello Stato ha parlato di "una splendida edizione".
 

 

Scala, gli ospiti della Prima: Patti Smith la prima ad arrivare

 

Non è mancata qualche contestazione. In piazza sono arrivati i presidi dei Cub e i lavoratori del gruppo Conad-Auchan in difesa dei posti di lavoro, ma anche i centri sociali hanno annunciato un flash mob per solidarietà al popolo curdo. 

 

Tra le molte celebrità presenti, la rockstar Patti Smith è stata una delle prime ad arrivare in teatro, accompagnata dalla figlia Jessie, anch'essa musicista. Il sindaco di Milano Giuseppe Sala è arrivato insieme alla compagna, Chiara Bazoli. Con lui anche il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e il sovrintendente Alexander Pereira. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella era accompagnato dalla figlia. Nel palco reale anche la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

 

Tra gli altri ospiti si sono visti Carla Fracci, Bruno Vespa, Roberto D'Agostino, Diana Bracco , il ministro della Cultura Dario Franceshini, Maria Elena Boschi, il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli e la senatrice a vita Liliana Segre.. Curiosità invece per due neofiti come la cantante Elodie e il rapper Marracash, suo compagno nella vita.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali