FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

LʼIslanda chiude un Canyon per "colpa" di Justin Bieber

Lʼangolo di paradiso preso dʼassalto dai fan dopo il video di "Iʼll Show You", uscito nel 2015

L'Islanda chiude un Canyon per "colpa" di Justin Bieber

L'Islanda è stata costretta a chiudere ai visitatori il Fjadrárgljúfur Canyon, a quattro anni dall'uscita del videoclip di Justin Bieber "I'll Show You" che lo aveva reso famoso in tutto il mondo. Il cantante canadese aveva scelto questi paesaggi incontaminati per accompagnare la sua ballad, ma dopo anni di "pellegrinaggi" il sito naturale rischiava di venire danneggiato e le autorità hanno deciso di impedirne l'accesso ai visitatori.

Per seguire il percorso tracciato da Bieber nel video, infatti, i suoi fan non esitavano a scavalcare staccionate, ignorare i cartelli di divieto e le indicazioni dei ranger del parco. La pubblicità fatta al parco da Bieber è solo una parte di una tendenza più generale che sta interessando negli ultimi anni lo stato del nord Europa.

Lo scorso anno l'Islanda è stata infatti visitata da ben 2,3 milioni di turisti contro gli appena 600mila di otto anni fa. Un turismo eccessivo per le infrastrutture dell'isola vulcanica, il cui terreno si sta lentamente modificando ed erodendo in fretta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE