FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il coronavirus riscrive le regole dei Golden Globe: sì ai film inediti e alle piattaforme streaming

Lo stop forzato delle sale cinematografiche costringe lʼassociazione a rivedere il regolamento

Golden Globe cerimonia


Il coronavirus ha fermato l'industria cinematografica e i Golden Globe corrono ai ripari. La "Hollywood Foreign Press Association" ha infatti annunciato che per la prossima edizione di gennaio saranno considerati i film che non sono ancora usciti al cinema. L'associazione di giornalisti ha poi specificato che saranno accettati anche i titoli che hanno avuto la loro prima in televisione o su una piattaforma di streaming 

Secondo le vecchie regole era obbligatorio un passaggio in sala cinematografica, ma a causa della pandemia diverse prime sono saltate per la chiusura dei cinema. La misura è tuttavia temporanea e non è chiaro se anche l' "Academy Motion Pictures Arts and Sciences", l'ente che organizza gli Oscar, seguirà la stessa mossa ma ha fatto sapere  che sta valutando diverse opzioni in considerazione di uno scenario inconsueto.

 

RINVIATI I TONY AWARDS - L'emergenza sanitaria mondiale ha fatto saltare anche i Tony Awards, che ogni anno premiano il meglio della scena teatrale americana. La cerimonia per la 74ma edizione era prevista per il 7 giugno a Radio City Music Hall a New York, ma l'organizzazione ha deciso di rinviare le premiazioni a data da destinarsi.

 

CANNES POSTICIPA  IL FESTIVAL - In Europa a farne le spese è stato il Festival di Cannes. L'organizzazione ha infatti rinviato la kermesse, che doveva svolgersi dal 12 al 23 maggio, a data da destinarsi. "Non appena l'evoluzione della situazione sanitaria francese e internazionale ci permetterà di valutare quali siano le effettive possibilità, renderemo note le nostre decisioni", hanno annunciato l'organizzazione in un comunicato. In sintonia anche il presidente di giuria Spike Lee: "Sono d'accordo al 100 per cento. Non è un film, la gente muore".

 

Ti potrebbe interessare:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali