FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"House of Gucci" ancora sotto accusa: "Il film ruba l'identità della nostra famiglia"

Patricia Gucci, pronipote di Guccio Gucci, ha criticato il film di Ridley Scott, anticipando che la famiglia potrebbe procedere per vie legali

House of gucci
IPA

Continuano le polemiche su "House of Gucci", il film di Ridley Scott con Lady Gaga e Adam Driver. Questa volta è Patricia Gucci, pronipote di Guccio Gucci e cugina di Maurizio, a riaccendere il fuoco delle critiche al progetto cinematografico. La donna ha detto all'Associated Press: "Siamo davvero delusi. Parlo a nome della famiglia. Stanno rubando l'identità di una famiglia per trarre profitto, aumentare i guadagni del sistema hollywoodiano. La nostra famiglia ha un'identità, privacy". E ha ammesso che stanno valutando la possibilità di procedere per vie legali per difendere l'immagine della dinastia...

 

 

La famiglia Gucci teme che il film superi il confine della mera rappresentazione di cronaca dell'omicidio del presidente della casa di moda Maurizio per mettere il naso invece in affari privati. Per questo la stessa famiglia ha chiesto al regista Ridley Scott il rispetto di tale privato. Il film, che dovrebbe arrivare nei cinema il 24 novembre, è basato sul libro "The House of Gucci: A Sensational Story of Murder", che parla dell'omicidio di Maurizio nel 1995 ed ha come protagonista Lady Gaga, nel ruolo di Patrizia Reggiani, condannata a 26 anni per essere stata la mandante del delitto. 

 

LEGGI ANCHE Lady Gaga gira "House of Gucci"... ma veste Max Mara

 

Nelle dichiarazioni rilasciate all'Associated Press, Patricia Gucci ha anche detto di aver fatto un tentativo con la moglie di Ridley Scott, Giannina Facio, per avere dei chiarimenti sullo scopo del film ma che finora non ha avuto risposte. Lo sfogo della figlia di Aldo Gucci, primogenito di Guccio Gucci, fondatore della Casa di moda ha toccato anche la scelta degli attori a cui è stato affidato il ruolo dei membri della dinastia, in particolare di Al Pacino (Aldo Gucci).

 

 

"Mio padre Aldo era un uomo davvero affascinante, come tutti i Gucci, e molto alto, con gli occhi blu e davvero elegante. Sarà interpretato da Al Pacino, che non è particolarmente alto, e la foto che ho visto lo mostra come grasso, basso, con le basette, davvero brutto, ed è una vergogna perché non gli somiglia affatto", ha detto Patricia Gucci.

 

Già nei giorni precedenti la donna era intervenuta sui suoi profili social criticando la rappresentazione del padre nel film: "Era la personificazione dell'eleganza, applaudito dai reali, dai capi di stato e dalle leggendarie star di Hollywood. Nel film è interpretato da Al Pacino, l'attore noto per il suo ruolo ne Il Padrino come mafioso e in Scarface come spacciatore, stigmatizzando generazioni di italiani e latini".

 

Lady Gaga a Milano: set blindatissimo per "House of Gucci"

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali