FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Hollywood brucia ma Clint Eastwood si rifiuta di abbandonare gli Studios: "Devo finire una cosa"

Il figlio del regista ha documentato su Instagram lʼincendio postando la risposta del padre 89enne dopo lʼordine di evacuazione

Un incendio durato molte ore, vigili del fuoco,  elicotteri e tanta paura, non per tutti però. Mentre le colline di Hollywood, molto vicino agli studi della Warner Bros, bruciavano infatti Clint Eastwood, che si trovava all'interno delle sale di mixaggio, per ultimare il suo film, si è rifiutato di uscire. A documentare la caparbietà del grande attore e regista, è stato il figlio Scott ,che su Instagram ha postato il video delle fiamme citando le parole del padre 89enne: "Ho del lavoro da finire".  
 


Cosa abbia scatenato l'incendio che ha danneggiato acri ed acri di terreno minacciando anche gli Studios non è ancora chiaro. Chiara è invece la temerarietà del mitico Clint Eastwood, che il figlio descrive così postando una clip: "Le immagini sono di qualche ora fa. La sicurezza ci ha ordinato di evacuare gli studio. Ma mio padre 89 anni ha detto 'E' tutto ok. Ho del lavoro da finire' e siamo tornati negli studi di mixaggio per guardare il suo nuovo film Richard Jewell. Insomma è come si ci avesse detto di tornare a lavorare e chiudere il becco... E' una storia vera!".


POTREBBE INTERESSARVI ANCHE

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali