FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Halloween, il terrore corre in Rete: 15 corti per non dormire

Opere brevi di durata ma intense nellʼeffetto: se volete passare una notte da brividi ecco i cortometraggi che fanno per voi

Halloween, il terrore corre in Rete: 15 corti per non dormire

Arriva la notte horror per eccellenza dell'anno. Quale modo migliore di passare Halloween guardando film del terrore? Ma non ci sono solo i classici passati dalla tv. Spulciando in Rete si trovano dei corti, della durata dai 2 minuti a poco più di un quarto d'ora, in grado di accapponare la pelle. Opere d'autore, spesso vincitrici di premi a Festival e concorsi, ma che molti non conoscono perché mai tradotte o portate in Italia. Eccone 15.

Fantasmi, morti viventi, presenze maligne impalpabili ma estremamente fisiche nelle loro conseguenze su chi le incontra. Sono questi i protagonisti di questi 15 cortometraggi si va dallo sconosciuto nel letto di "Bedfellows" al terrore che arriva dal telefono di "Unknown Number". E cosa accade se tornate a casa a tarda notte e trovate la porta aperta? E' quello che succede alla protagonista di "Vicious" mentre in "The Smiling Man" una bambina si trova faccia a faccia direttamente con il male.

"The Cop Cam" è ripreso in prima persona sul genere "Blair Witch Project" mentre in "Night Night Nancy" una ragazza riceve foto che le sono scattate mentre dormiva. Chi le ha scattate è meglio non saperlo... . "Mr Creak", vincitore di vari premi, affonda nelle paure ataviche legate a bambole e giocattoli, mentre "Clickbait" mostra che cliccare su qualche sito Internet a volte può avere conseguenze spiacevoli. In "Victim" una corsa in un parco si trasforma in un incubo, in "Passenger" si dimostra come fermarsi a dormire in macchina in un luogo isolato possa essere una pessima idea, mentre il pluripremiato "Downstairs" vede una guardia notturna alle prese con un luogo che è meglio non controllare...

La donna di "Attic Panic" e l'uomo di "Occupied" hanno in comune il rimanere bloccati in un posto. ma non da soli, mentre "Charlie", altro corto presentato in numerosi Festival racconta cosa accade a chi osa rompere una catena di Sant'Antonio. Infine "I Heard It Too" l'orrore si sprigiona dopo che una mamma ha messo a letto la figlioletta.

SCORRI LE PAGINE E GUARDA TUTTI I CORTI

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali