FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gerard Depardieu indagato per stupro

L'attore avrebbe commesso i reati nell'agosto 2018 ai danni di una giovane collega, ma lui ha sempre negato le violenze: l'inchiesta era stata archiviata per mancanza di prove e poi riaperta

gerard depardieu storiche
ipa

Gerard Depardieu, il più popolare attore di cinema francese, è ufficialmente sotto inchiesta per stupro e violenze sessuali, reati che avrebbe commesso nell'estate 2018 ai danni di una giovane attrice e che lui ha sempre negato. Lo si apprende da fonti giudiziarie. La presunta vittima aveva denunciato alla gendarmeria a fine agosto 2018 di essere stata stuprata qualche giorno prima a due riprese nella casa parigina dell'attore.

 

 

L'inchiesta era stata archiviata in un primo tempo dalla procura, poi nell'estate 2020 la vittima ne aveva ottenuto la riapertura.

 

La vicenda - Nell'agosto del 2018 un'attrice ventenne aveva denunciato alla gendarmeria di Lambesc (Provenza) di essere stata vittima di violenze da parte dell'attore nella sua casa parigina. La procura di Aix-en-Provence aveva aperto un'indagine che era poi passata in mano ai colleghi della Capitale. L'inchiesta contro il 71enne fu archiviata nel maggio del 2019 per insufficienza di prove. E riaperta nel 2020.

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali