FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cannes 2018, Garrone e Rohrwacher in corsa per la Palma dʼoro

Il film di Valeria Golino inserito nella sezione Un Certain Regard. Il festival di svolgerà dallʼ8 al 19 maggio

Cannes 2018, Garrone e Rohrwacher in corsa per la Palma d'oro

Dopo essere stata esclusa dal concorso dell'anno passato, l'Italia sarà protagonista nella 71.ma edizione del Festival di Cannes, che si svolgerà dall'8 al 19 maggio. Saranno in gara per la Palma d'oro ben due opere: "Dogman" di Matteo Garrone e "Lazzaro felice" di Alice Rohrwacher. "Euphoria" di Valeria Golino sarà invece nella selezione Un Certain Regard. Tra gli altri protagonisti, Spike Lee e Jean-Luc Godard, che torna in competizione a 87 anni.

Presentato in conferenza stampa il programma completo della kermesse sulla Croisette, per un'edizione che si preannuncia ricca di polemiche (la faida con Netflix) e cambiamenti strutturali (no ai selfie sul red carpet) fortemente voluti dal direttore artistico Thierry Frémaux. La giuria che assegnerà i premi, compresa la Palma d’oro, sarà presieduta dall’attrice Cate Blanchett.

Alla coppia Cruz-Bardem sarà affidata l'inaugurazione. Gli attori spagnoli saranno protagonisti del film d'apertura "Todos lo saben", diretto da Asghar Farhadi. Il nuovo film di Garrone sarà liberamente ispirato alla vicenda del "Canaro della Magliara" nella periferia romana degli anni 80, mentre "Lazzaro felice", interpretato da Nicoletta Braschi, Sergi Lopez e Alba Rohrwacher, è "una storia divisa tra estate e inverno, tra campagna e città". "Euphoria" della Golino vede protagonisti Valerio Mastandrea e Riccardo Scamarcio, raccontando di due fratelli che si ritrovano dopo molto tempo.

In concorso, oltre ai due film italiani ci sarà anche "Blackkklansman", film di Spike Lee sul Ku Klux Klan con la star Adam Driver, "Under the Silver Lake", del regista di "It Follows" David Robert Mitchell, con Andrew Garfield e "Three faces" del pluripremiato Jafar Panahi (gli organizzatori hanno fatto un appello a Teheran per consentire la venuta sulla Croisette del regista interdetto di uscita dall'Iran). La pattuglia francese comprende quattro film, compreso il grande vecchio Jean-Luc Godard con il suo "Le livre d'image".

Fuori Concorso, oltre all'annunciato "Solo: A Star Wars Story", spin off della saga che arriverà in anteprima mondiale, ci sarà "Un uomo di parola", il docu-film di Wim Wenders dedicato a Papa Francesco.

Il manifesto della 71esima edizione ritrae il bacio appassionato tra Jean-Paul Belmondo e Anna Karina, tratto dal film di Jean-Luc Godard "Il bandito delle 11" (1965). Nel 2017 la Palma d’oro fu assegnata a "The Square", dello svedese Ruben Ostlund.

Ecco i titoli in concorso:
"Everybody knows" di Asghar Farhadi
"At War" di Stéphane Brizé
"Dogman" di Matteo Garrone
"The Picture Book" di Jean-Luc Godard
"Asako I & II" di Ryusuke Hamaguchi
"Sorry Angel" di Christophe Honoré
"Girls of the Sun" di Eva Husson
"Ash Is Purest White" di Jia Zhang-Ke
"Shoplifters" di Kore-Eda Hirokazu
"Capernaum" di Nadine Labaki
"Burning" di Lee Chang-Dong
"BlacKkKlasman" di Spike Lee
"Under the Silver Lake" di David Robert Mitchell
"Three Faces" di Jafar Panahi
"Cold War" di Pawel Pawlikowski
"Lazzaro Felice" di Alice Rohrwacher
"Yomeddine" di A.B Shawky
"Summer" di Kirill Serebrennikov

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali