FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Britney Spears: "Volevo sposarmi in Chiesa ma non me l'hanno permesso"

La cantante racconta cosa è successo durante i preparativi del matrimonio con Sam Asghari

Britney Spears
Instagram

Sono passati due mesi dal matrimonio da favola tra Britney Spears e Sam Asghari.

Dopo il sì pronunciato nella loro casa, la coppia ha trascorso dieci giorni in una paradisiaca località tropicale, per poi tornare alla quotidianità. Ripensando ai preparativi delle nozze, la cantante ha svelato un dettaglio fino a ora rimasto nascosto. La Spears ha pubblicato sul proprio profilo Instagram la fotografia di una chiesa, alimentando una polemica.

 


LEGGI ANCHE -

L'abito di Versace e il tanga di Britney

 


 


"E' qui che inizialmente volevo sposarmi durante il

Covid

- ha scritto sui social -. Volevo andarci tutte le domeniche… è bellissimo ma mi hanno detto che era temporaneamente chiuso a causa della pandemia". 



Britney Spears sempre più osé su Instagram


 


La popstar aveva quindi deciso di dichiarare amore eterno al suo compagno attraverso un rito religioso, ma qualcosa è andato storto. "Poi due anni dopo quando volevo sposarmi lì mi dissero che dovevo essere cattolica e fare un test". Una richiesta che evidentemente Britney non ha gradito. "

La chiesa non dovrebbe essere aperta a tutti?

", ha polemizzato. 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali