FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Beyoncé e Jay Z, prima volta insieme sul palco dopo le voci del tradimento

La coppia ha duettato a New York, durante la tappa finale del Formation World Tour

Si è chiuso il "Formation World Tour" di Beyoncé e con l'ultimo live al MetLife Stadium di New York è calato il sapario anche sul caso 'Lemonade'. Nel disco la popstar aveva messo in rima il presunto tradimento di Jay-Z, ma adesso sulla coppia è tornato il sereno. Per la serata conclusiva, infatti, il maritino l'ha raggiunta sul palco e ha messo così a tacere definitivamente i rumors che li volevano ad un passo dal divorzio.

Beyoncé, ospiti speciali per la fine del tour

Da tempo i due non si riunivano di fronte al pubblico, ma per l'ultimo concerto Jay Z ha cantato insieme a lei "Drunk in Love" tra sorrisi e sguardi complici, mandando in visibilio i presenti. "Un applauso per il mio uomo" l'incitazione di Beyoncé al pubblico, prima di salutarlo con un bacio sulle labbra.

Ma il coniuge non è stato l'unico ospite speciale della serata. Sul palco si è anche esibita Serena Williams, che era stata protagonista del video di "Sorry". Seduta su un trono, la tennista è entrata in scena come una vera diva e ha scatenato il lato B insieme a Beyoncé, sulle note della loro canzone.

Un video pubblicato da Laura Stylez (@laurastylez) in data:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali