FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Charlie Sheen è sieropositivo": lo annuncerà in diretta tv

Da giorni circolava la voce di una star di Hollywood malata

"Charlie Sheen è sieropositivo": lo annuncerà in diretta tv

Charlie Sheen è sieropositivo. Lo riferisce il sito di Tmz secondo cui l'attore americano farà l'annuncio ufficiale questa mattina in diretta tv durante la trasmissione "Today" della Nbc. E' stata la stessa emittente televisiva a parlare di "un clamoroso annuncio" da parte dell'attore dopo alcune indiscrezioni circolate in base alle quali la star sarebbe malata da diversi anni.

"Charlie Sheen è sieropositivo": lo annuncerà in diretta tv

I tabloid avevano anticipato la notizia facendo anche un dettagliato identikit dell'attore malato. O meglio, avevano fatto l'elenco delle sue fidanzate famose. E sarebbe proprio la paura di aver contagiato una di esse ad avere frenato l'outing di Sheen. O forse il timore di cause legali onerosissime.

L'attore, a quanto si dice, era a conoscenza della sua sieropositività da molto tempo. Una vita fatta anche di eccessi, alcol, droga ma anche sesso. Charlie è finito spesso nell'occhio del ciclone proprio per questi motivi e anche la sua carriera ha avuto alti e bassi proprio a causa dei suoi eccessi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali