FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Fuorisalone 2019, lʼIsola guarda ai giovani per esplorare un design senza limiti tra contaminazione e ricerca

Confermati il Design Village alla Stecca 3.0 e il Market in via Pastrengo. Tra le novità la realtà aumentata, lʼomaggio ai 100 anni del Bauhaus e lʼingresso nel distretto della Fabbrica del Vapore

Fuorisalone 2019, l'Isola guarda ai giovani per esplorare un design senza limiti tra contaminazione e ricerca

Tra i distretti più giovani della Design Week, l’Isola si conferma uno dei più attenti ai designer emergenti. All’ombra dello skyline di Porta Nuova le parole chiave del Fuorisalone 2019 sono contaminazione e ricerca, per un viaggio alla scoperta dell’Unlimited Design che vuole sì essere una provocazione, ma anche l’occasione per celebrare il design in ogni sua forma.

"Vogliamo che le location del quartiere Isola, durante la Milano Design Week, siano sempre più aperte alla sperimentazione e alla contaminazione di saperi e discipline diverse - spiega Gabriele Cavallaro, co-founder di Blank e Project Manager dell’evento -. Vogliamo spingerci oltre il prodotto e la sua funzione, continuando il percorso che ha caratterizzato la manifestazione fin dalla prima edizione".

Il cuore pulsante del distretto è come sempre la Stecca 3.0 di via de Castillia 26 che quest’anno ospita un vero e proprio Design Village. La location, che con l’apertura della biblioteca degli Alberi si affaccia su uno dei polmoni verdi più belli della città, ospita il primo bar interamente stampato in 3D realizzato da Caracol Studio con biopolimeri di derivazione naturale, ad impatto zero e biodegradabili. 3M trasforma la vetrata posteriore dell’edificio in un foglio da disegno, mentre LOOM in collaborazione con ENEA, Ente Nazionale Energia Alternativa, arreda gli spazi con sedute con imbottitura di materiale organico vegetale derivato dal recupero delle biomasse marine spiaggiate all’insegna dei processi di produzione ecosostenibile.

La location è anche luogo di eventi quotidiani, diurni e serali, a partire dagli Unlimited Design Talks: sei giornate di formazione con talk, approfondimenti e workshop organizzate da The District sulle principali tematiche legate al design, tra cui manifattura digitale, illustrazione, motion e prodotto. La sera in balconata largo alle migliori crew musicali di Milano.

Fuorisalone 2019: i progetti in scena allʼIsola Design District

Riconfermato anche il Milan Design Market, in via Pastrengo 14, dove i prodotti esposti possono essere acquistati. Lo spazio, diretto da Elif Resitoglu, co-founder di Blank, affronta il tema Find The Lost City e dedica un’area a prodotti realizzati con materiali sperimentali, come gli scarti dell’ananas.

Per uno sguardo al futuro del design, dal Nord Europa arrivano gli studenti danesi del master della Royal Academy of Fine Arts Schools of Architecture, Design and Conservation (KADK) che allo Spazio Gamma di via Pastrengo 7 presentano DIFFERENT BODIES, un’esposizione che approfondisce il tema del design applicato alla disabilità. Allo Studio Vundes di via Confalonieri 11 arriva KUURA, l’esposizione organizzata dagli studenti della University of Lapland, Faculty of Art and Design, che va ad investigare la relazione tra l’ambiente artico e il suo stile di vita sostenibile. Pijama diventa un Pop-Up store, coinvolgendo LaTigre per un progetto home decor, il cuscino ipnotico, che presenta le grafiche optical stampate in serigrafia su una selezione di tessuti ripescati dalle storiche collezioni del brand di softcase e accessori.

L’Isola Design Distric celebra anche i 100 anni del Bauhaus. L’omaggio alla scuola tedesca passerà dalle opere in edizione limitata di Myriam Kuehne Rauner, in esposizione nella galleria Angelo della Pergola 1. A Palazzo della Regione la Camera di Commercio Italo-Germanica (AHK Italien) svela un container in vetro nel quale viene ricreato un cosy livingroom denominato German Design Corner: Bauhaus +100!.

Per la prima volta entra a far parte del distretto anche Fabbrica del Vapore, dove sono in programma Paratissima, appuntamento dedicato agli sviluppi futuri e futuribili della tecnologia nella quotidianità, Design No Brand, sul tema dell’economia circolare, e Design delle Parole, che metterà in luce la facciata e la corte con una playlist dedicata alla musica e alle parole scritte per la città di Milano. Altra novità è l’utilizzo della realtà aumentata. Attraverso il proprio smartphone, grazie all’applicazione Aria The AR Platform dello studio creativo Alkanoids, i visitatori hanno la possibilità di interagire con le attività in programma e i prodotti esposti, superando il confine dello spazio fisico. L’Opening Day è previsto per martedì 9 aprile, con eventi in tutte le principali location del distretto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali