FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Test Architettura 2015: la testa si sbatte contro i numeri

Matematica e Fisica sono le bestie nere dei primi mille aspiranti architetti che comunque si aggiudicano risultati migliori rispetto ai colleghi che hanno tentato la strada di Medicina e Veterinaria. Insufficiente nel test solo 1 su 10 circa. Il più bravo d’Italia? Viene da Ferrara e ha totalizzato ben 85,1 punti. Skuola.net analizza i risultati del test dʼingresso di Architettura.

Test Architettura 2015: la testa si sbatte contro i numeri

La matematica non è il loro forte, ma quando si va di ragionamento logico vanno alla grande. Senza contare che solamente 1 su 10 circa non ha raggiuto la sufficienza. Stiamo parlando degli aspiranti architetti, coloro che hanno svolto il test lo scorso 10 settembre e che hanno dovuto aspettare fino al 24 per conoscere il punteggio effettuato. Skuola.net ha analizzato i risultati dei primi mille dei 9322 test passati in rassegna dal Cineca. I risultati dei candidati in Architettura sembrano essere migliori rispetto a quello dei loro colleghi che hanno sostenuto il test di Medicina e Veterinaria, anche se il numero di chi ha svolto la prova per la professione di architetto è nettamente più basso.

ECCO IL PIÙ BRAVO D'ITALIA - Sui compiti presi in analisi, il 9% ha ottenuto un punteggio sotto al 20 venendo quindi bollato come insufficiente. Un dato molto inferiore rispetto a quello di Veterinaria e Medicina, dove i bocciati sono stati rispettivamente il 44% e il 52%. E il migliore aspirante architetto non si aggiudica solo il primo posto nella graduatoria di Architettura, ma anche in quella di tutti i test per le facoltà ad accesso programmato del 2015. Ha ottenuto ben 85,1 punti su un totale di 90 contro i 71,1 del migliore nella prova di Veterinaria e gli 80,9 di quello in Medicina. In generale, è proprio la prova di Architettura in se' a essere andata meglio delle altre. Il punteggio medio dei primi mille candidati è stato di 58 punti, contro i 55,4 del test di Medicina e i 40 di quello di Veterinaria.

IL PUNTEGGIO MINIMO - Secondo l'elaborazione della graduatoria provvisoria stilata da Skuola.net, intorno al 21 è stato il punteggio minimo che ha consentito al 8251esimo in graduatoria di aggiudicarsi l'ultimo posto disponibile (comprensivo di quelli destinati ai partecipanti non UE) per Architettura. Sotto questa soglia anche chi si è accaparrato la sufficienza per il rotto della cuffia è difficile che riesca ad entrare. Traguardo che comunque è stato più facile da raggiungere rispetto a quello del test di Veterinaria (34 punti) e di Medicina (30 punti). Il punteggio peggiore di chi sognava per lui un futuro da architetto? Un tristissimo – 7,4.

IL MEGLIO E IL PEGGIO - I primi mille il meglio di loro lo hanno dato in Logica, ottenendo un punteggio medio di 23 punti sul totale di 30 della sezione. Le loro doti di architetti le hanno fatte emergere anche in Disegno e Rappresentazione dove la media ottenuta è stata di 11 punti sui 15 totali della materia. Nemmeno Cultura generale e Storia sono servite a spaventare i partecipanti al test che hanno totalizzato una media di 2 punti su 3 nella prima e 16 su 24 nella seconda. Salvo poi cadere nell'oblio di Matematica e Fisica, vere bestie nere dei futuri architetti che gli hanno permesso di totalizzare solo una media di 6 punti sui 18 totali della sezione.

MILANO, CITTÀ DAGLI ARCHITETTI D'ORO - Da dove proviene il top del top di questa tornata? Il candidato da 85.1 punti, primo per punteggio, ha svolto il suo test a Ferrara. Milano si aggiudica invece il premio come città con i futuri architetti migliori: tra i primi 100 ne piazza ben 31.

PEGGIO RISPETTO AL 2014 - “Dall'analisi dei risultati del test di ammissione ad Architettura emerge un peggioramento sensibile del punteggio minimo di ammissione (circa 21 contro 29,8 del 2014) che dimostra delle carenze nel livello medio di preparazione dei candidati - dichiara il dott. Di Muro, autore e responsabile del corpo docente UnidTest, società di primaria importanza per la preparazione ai test ingresso universitari - L'analisi dei risultati ottenuti nelle singole discipline evidenzia una buona performance in Logica e nelle materie di indirizzo (Storia e Disegno). Il dato relativo alla Logica va però valutato alla luce delle differenze di contenuti nei quesiti rispetto agli altri test nazionali: evidenziamo infatti che nel test di Architettura sono ancora presenti quesiti di comprensione dei brani tradizionali oltre ai più recenti quesiti di analisi dei brani in stile Cambridge, che normalmente causano non pochi problemi agli studenti. Questi risultati positivi non sono confermati dalla prestazione dei candidati nelle materie scientifiche (Matematica e Fisica) rispetto alle quali si riscontra un peggioramento simile a quello già registrato per il test di Medicina e Odontoiatria".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali