FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il ritorno a scuola? Si fa con stile

Lo zaino griffato, l’astuccio più in voga e il diario della marca preferita. Gli studenti italiani non badano a spese per il loro back to school, tanto che oltre 1 su 4 racconta di stanziare più di 80 euro per il suo corredo scolastico. Con buona pace del portafoglio di mamma e papà. L’accessorio per il quale si spende di più? Lo zaino.

Il ritorno a scuola? Si fa con stile

I corridoi sono una passerella, i compagni giudici implacabili. Per gli studenti il back to school va fatto con stile. Ed ecco che, se da una parte gli italiani sono tanto attenti al caro libri e a che le scuole non sforino i tetti di spesa, per il corredo scolastico invece non si pongono limiti: 1 ragazzo su 4 deve avere lo zaino con la griffe e 1 su 5 solo l'astuccio più in voga. Il diario è un must a cui non si può proprio rinunciare, tanto che 2 studenti su 5 devono avere quello desiderato, chi se ne importa del prezzo. Lo rivela un'indagine di Skuola.net su un campione di circa 2mila studenti di scuole medie e superiori.

PER LO ZAINO SPENDO DI PIÙ - All'inizio dell'anno scolastico le famiglie devono stanziare un doppio budget: uno per i libri e un altro per il corredo. E poi considerare che gran parte di questo andrà speso per lo zaino della prole. Infatti è proprio la school bag l'accessorio per il quale il 38% dei teenagers racconta di essere orientato a spendere di più. Lo seguono i quaderni per il 24% – ma solo perché vanno comprati in quantità industriale – il diario per il 23% e penne e matite varie per l'11%. Chiudono la classifica gli astucci, per i quali solo il 4% dei ragazzi spenderebbe la maggior parte del budget stanziato dai genitori.

LO ZAINO? CONFORTEVOLE, MA DI MARCA - Comodità e leggerezza sono le caratteristiche che per il 44% degli studenti deve avere il loro accessorio più costoso. Una marca vale l'altra, quindi? Assolutamente no: oltre 1 studente su 4 sceglie lo zaino solo in base alla griffe.

IL DIARIO A QUALUNQUE COSTO - Il diario ha lo stesso effetto del vintage sulle modelle: lo hanno utilizzato generazioni intere, eppure è ancora un must. Quasi la metà degli studenti, il 44%, deve avere quello della marca desiderata indipendentemente dal suo costo, anche se un buon 39% è intenzionato a cercare un buon compromesso qualità/prezzo. Nelle cartelle, il fascino della carta batte il digitale: a usare app per segnare compiti e interrogazioni è solo l'8% degli intervistati.

L'ASTUCCIO PRATICO MA IN VOGA - Se invece parliamo di astucci, allora sul banco vanno in scena praticità e moda. Deve essere capiente per oltre 1 studente su 2, ma guai che non sia tra i trend del momento per un altro 22%. I quaderni invece si cambiano troppo in fretta per essere costosi. Questo deve essere il ragionamento fatto da 1 teenager su 2 che racconta di comprare solo quelli più economici, senza nessuna marca. Anche se circa un altro 1 su 4 tiene conto almeno del suo gusto comprando solo quelli che gli piacciono. Bisogna comunque considerare che i prof spesso vogliono che i quaderni delle loro materie abbiano determinate caratteristiche e a tenerne conto è il 17% dei ragazzi. Le dimensioni sono fondamentali invece per 1 su 10 che afferma di comprare solo quaderni grandi.

E MAMMA E PAPÀ... PAGANO! - Ma quanto pesa il look del corredo scolastico sul bilancio famigliare? Oltre 1 teenager su 4 svela che per acquistarlo spenderà oltre gli 80 euro. Rimane più contenuto il 30% che racconta di essere disposto a superare i 50 euro e ancora più morigerato è il 35% che supererà i 20. Non manca un 7% che invece è intenzionato a non scucire nemmeno un euro per i suoi accessori scuola e che magari camperà dell'usato di amici e parenti. In fondo il vintage va sempre.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali