FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bullismo, uno studente su cinque ha assistito ad atti di violenza a scuola

Eʼ quanto emerge dal Rapporto Giovani 2016 di Istituto Toniolo. Inoltre il 10% degli studenti ammette di essere testimone atti di aggressività da parte di docenti e dirigenti

Bullismo, uno studente su cinque ha assistito ad atti di violenza a scuola

Quasi il 20% degli studenti ha assistito ad atti di prepotenza a scuola tra alunni, mentre per più del 10% è stato testimone di atti di grave prepotenza da parte di docenti e dirigenti scolastici nei confronti dei compagni. E tra le classi non mancano neanche episodi discriminazione e di piccola criminalità. Questi sono alcuni dati che emergono dal Rapporto Giovani 2016 che è realizzato dall’Istituto Toniolo di Milano con il sostegno che intervistato 9.000 giovani tra i 18 e i 32 anni: lo riporta Skuola.net.

SPACCIO, FURTO E BULLISMO TRA I BANCHI DI SCUOLA – Il Focus scuola del Toniolo evidenzia che sono soprattutto i residenti nel Centro Italia (14,5%) o nel Nord-Ovest (14,4%) ad avere assistito ad episodi di spaccio. Oltre il 7,4% ha assistito frequentemente ad atti di furto (e solo il 48,6% mai), anche in questo caso con una prevalenza dei giovani che vivono nel Nord-Ovest (8,7%) e nel Centro (7,5%). Per quanto riguarda il bullismo, emerge che il 19,4 % dei giovani, con una prevalenza dei maschi (20,4%) rispetto alle femmine (18,3%) ha dichiarato di avervi assistito frequentemente, mentre solo il 35,5% ha risposto "mai".

NEI TECNICI E PROFESSIONALI LA SITUAZIONE PEGGIORE - I giovani che hanno studiato negli istituti professionali e nei tecnici hanno dichiarato nel 26,3% dei casi di avere assistito a gravi atti di prepotenza tra alunni, negli studenti che hanno frequentato altri indirizzi questa percentuale scende al 19,3% per arrivare al 16,1% nei licei. Non vi è invece una grande distanza tra le zone del paese anche se i giovani che dichiarano maggiormente di avere assistito ad atti di grave prepotenza sono quelli del Sud e delle Isole (20,3%), mentre all’ultimo posto si collocano i giovani del Nord-Est con il 17,6%.

LA PREPOTENZA DEGLI ADULTI - I giovani però dichiarano anche, nel 10,3% dei casi, di aver assistito frequentemente ad atti di grave prepotenza da parte di docenti o dirigenti nei confronti degli alunni e solo il 52,4% dichiara di non avervi assistito mai. La percentuale delle donne che ha risposto "frequentemente" (11,0%) è in questo caso superiore a quella dei maschi (9,7%). Anche in questo caso sono maggiormente i giovani che hanno frequentato i percorsi di istruzione e formazione professionale (12,3%) ad affermare di aver assistito spesso ad atti di prepotenza di docenti o dirigenti, seguono poi i liceali (10,6%) e gli studenti dei tecnici (8,5%). Più della grave prepotenza, però, secondo i giovani, è presente nella scuola la discriminazione. Il 23,6% dei giovani (il 25% delle femmine e il 22,1% dei maschi) ha dichiarato di aver assistito ad atti di discriminazione tra gli alunni; il 15,7% (il 16,6% delle femmine e il 14,8% dei maschi) inoltre, ha assistito con frequenza a comportamenti discriminatori da parte dei docenti e dei dirigenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali