FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Oms: in Europa nel 2017 +400% di casi di morbillo, 35 morti

Secondo gli esperti, sono 15 i Paesi teatro delle epidemie più consistenti: i primi tre in classifica sono stati Romania, Italia e Ucraina

Oms: in Europa nel 2017 +400% di casi di morbillo, 35 morti

In Europa nel 2017 il morbillo ha ucciso 35 persone e ne ha colpite 21.315, il 400% in più rispetto all'anno precedente quando era stato segnato un record al ribasso con "solo" 5.273 casi. Secondo l'ufficio europeo dell'Organizzazione mondiale della sanità sono 15 i Paesi teatro delle epidemie più consistenti: i primi tre in classifica sono stati Romania, Italia e Ucraina.

In Romania si sono registrati 5.562 casi, in Italia 5.006, mentre in Ucraina 4.767. Secondo gli esperti, a facilitare la diffusione del morbillo hanno contribuito molteplici fattori. Tra questi, il calo complessivo del tasso di copertura vaccinale, più consistente nelle fasce di popolazione più emarginate, l'interruzione nelle forniture vaccinali e il malfunzionamento dei sistemi di sorveglianza delle malattie.

Gli altri Paesi con vaste epidemie, anche se molti dei quali in calo, sono stati Grecia (967), Germania (927), Serbia (702), Tagikistan (649), Francia (520), Russia (408), Belgio (369), Regno Unito (282), Bulgaria (167), Spagna (152), Repubblica Ceca (146) e Svizzera (105). "Più di 20mila casi e 35 vite perse per il morbillo sono una tragedia che semplicemente non possiamo accettare", ha commentato Zsuzsanna Jakab, direttore dell'Oms Europa.

Morbillo: il numero di casi in Europa nel 2017, Paese per Paese

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali