FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Monza, "Il Paese ritrovato": il progetto per i malati di Alzheimer

La cerimonia della "Prima Pietra", tenutasi sabato 18 marzo, ha inaugurato la costruzione della cittadina che ha lo scopo di ridare dignità alle persone con varie forme di demenza

Sabato 18 marzo è stata posata la "Prima Pietra" de "Il Paese Ritrovato". Un giorno importante non solo per la cooperativa "La Meridiana", ma anche per Monza, che ospiterà la struttura, e per il nostro paese. Nascerà, infatti, in Italia il primo villaggio dedicato alla cura di persone malate di Alzheimer o con varie forme di demenza. La nuova cittadina ha lo scopo di offrire ai suoi ospiti occasioni che riproducono la vita quotidiana, fatta di cose semplici come fare la spesa, andare dal parrucchiere, fermarsi in chiesa.

Il "Paese Ritrovato" è un’idea rivoluzionaria perché restituisce alla persona ciò che la malattia le ha negato: una vita sociale, la possibilità di continuare a sentirsi utile e di possedere uno scopo nella vita. Alla cerimonia hanno assistito numerose persone fra cui le autorità civili, il Sindaco di Monza Roberto Scanagatti, il Vice Governatore di Regione Lombardia Fabrizio Sala; i rappresentanti delle istituzioni sanitarie tra cui Matteo Stocco, Direttore dell’ASST di Monza e le persone che hanno sostenuto il progetto fra le quali Giuseppe Fontana, Presidente Fondazione Comunità Monza e Brianza e Giovanna Forlanelli Rovati, Presidente Comitato di Garanzia de "Il Paese Ritrovato".

Roberto Mauri, Direttore della Cooperativa "La Meridiana", ha condotto l’evento, illustrando le ragioni che hanno portato a realizzare "Il Paese Ritrovato". Unanime il ringraziamento rivolto alla Cooperativa "La Meridiana", "che ha il merito di aver consegnato alla città, al territorio un nuovo importante ed innovativo progetto”, e a Nella, che ha raccontato la sua esperienza vissuta accanto al marito malato di Alzheimer. "Questo nuovo progetto consentirà a tante persone di curarsi in modo efficace. Mi sarebbe piaciuto - ha detto la donna - che anche mio marito fosse stato “cittadino” de "Il Paese Ritrovato”. 

Il progetto - Il villaggio consterà di 8 appartamenti per 64 posti complessivi, una piazza centrale con vicoli di collegamento tre le varie case, spazi esterni di ritrovo ed aggregazione, locali pubblici quali bar, parrucchiere, minimarket, luogo di culto, spazio aggregativo ampio per feste ed attività di gruppo e una sezione diurna finalizzata a supportare le famiglie che assistono un malato al proprio domicilio. Il termine dei lavori è previsto per la primavera del 2018. "Il Paese Ritrovato" sarà monitorato a livello scientifico da tre enti qualificati: Il Politecnico di Milano, la Fondazione Golgi Cenci e l’Università LIUC di Castellanza, i quali, in colaborazione con la cooperativa, dovranno elaborare un modello di misurazione che permetterà di stabilire l’efficacia terapeutica della struttura.

Ulteriori informazioni all'indirizzo web www.cooplameridiana.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali