FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

"Felicittà" a Milano: prima edizione del festival che racconta la salute mentale

Sabato 21 maggio si terrà una giornata di talk e attività per sensibilizzare i cittadini sull’importanza del benessere psicologico a 360°. I proventi dell’evento andranno a sostegno di Progetto Itaca Milano

felicità, donna felice, sorriso, donna che ride
istockphoto

Aiutare ogni persona ad avere una maggiore consapevolezza di cosa è la salute mentale celebrando l’importanza del benessere psicologico e la sua centralità nella vita di ogni giorno: questo l’obiettivo di Felicittà, la prima edizione del Festival della Salute Mentale che si terrà sabato 21 maggio, presso il Combo Milano.

Una

giornata a scopo benefico

ricca di appuntamenti con interlocutori istituzionali, partner B2B, startupper, content creator digitali e molte altre personalità, che dialogheranno e si confronteranno su

storie, esperienze e riflessioni

legate dal tema della salute mentale.

Nel corso della manifestazione ci sarà inoltre la possibilità di contribuire alla

raccolta fondi a sostegno di Club Itaca

, centro per l'autonomia socio-lavorativa per persone con disagio psichico, promosso da progetto Itaca Milano, Associazione impegnata da oltre 20 anni nella promozione della Salute Mentale.


 


L’evento è organizzato da

Unobravo

, Società Benefit e servizio di psicologia online nato nel 2019 e che opera ogni giorno per normalizzare l’accesso alla terapia attraverso prezzi accessibili e l’attenta selezione di professionisti garantendo un servizio sempre d’eccellenza.

Felicittà

vuole creare una vera e propria

connessione con i cittadini e aprire un dialogo

su quali possano essere le migliori modalità per prevenire e affrontare situazioni di malessere psicologico. Tante le tematiche in scaletta, tra cui il

benessere organizzativo nel mondo corporate

e il possibile

effetto dei social media sull’autostima

di ognuno, ma anche

relazioni e stereotipi che alimentano il senso di colpa delle donne

per ogni scelta di vita.


 


A dialogare sul palco tanti

ospiti

, tra cui la

dott.ssa Barbara Bertani

, membro della commissione deontologica dell'Ordine degli psicologi della Lombardia,

Stefano Gheno

, professore di Psicologia del Lavoro dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e Fondatore del servizio di psicologia e counseling Wello, la

dott.ssa Ivana Pais

, professore associato di Sociologia economica, il

dott. Raffaele Visintini

, socio fondatore e presidente Associazione GET e la

dott.ssa Roberta Renati

, psicologa-psicoterapeuta sistemico relazionale.


 


"Questo Festival è il primo evento dal vivo organizzato da Unobravo e ci auguriamo possa rappresentare l’inizio di una lunga serie di incontri realizzati per sensibilizzare i cittadini su un tema così importante, ma ancora troppo velato da uno stigma - spiega

Danila De Stefano

, CEO & Founder di Unobravo -. Il nostro ambizioso obiettivo è quello di normalizzare l’accesso a un supporto psicologico per tutti, da intendersi sia in chiave terapeutica, sia come mezzo per coltivare quotidianamente il proprio benessere psicologico".


 


Nel corso della giornata, speaker, aziende e ospiti saranno invitati a firmare il

Manifesto dell’accoglienza emotiva

: una guida in dieci punti per rendere possibile una nuova interpretazione dei sentimenti e la creazione di un circolo virtuoso che aiuti a dare centralità al benessere mentale delle persone. Non solo: sarà possibile ammirare

numerose creazioni originali

che raccontano il tema della salute mentale e il benessere psicologico dal punto di vista dell’

arte visiva.


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali