FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

10.10.2012

Disturbi mentali: curarsi è volersi bene

Secondo gli esperti, il 60 per cento dei pazienti non segue la terapia in maniera adeguata

11:49 - Quando è la mente a soffrire c'è sempre una certa reticenza a parlarne. Quello della malattia "della testa" è un dolore vissuto in solitudine e con vergogna. Molto spesso uno dei problemi principali è la mancanza di cure adeguate, molti pazienti non seguono i trattamenti indicati, tanto che il livello di non aderenza alla terapia può arrivare al 60 per cento.
Forse ciò è dovuto alla varietà dei trattamenti e dei percorsi terapeutici con oltre 480 combinazioni diverse di farmaci.
 La conseguenza è una ricaduta economica per il sistema sanitario, con un costo medio di 4 mila euro l'anno per paziente. Questi dati sono evidenziati dallo studio Ibis (Italian Burden of Illness analysis on Schizophrenia & bipolar disorder), realizzato da CliCon su tredicimila pazienti affetti da schizofrenia e disturbo bipolare.
L'indagine è stata presentata in occasione della Giornata mondiale della salute mentale del 10 ottobre. Un'altra evidenza fornita è il numero di persone colpite: le due maggiori forme di disturbo psichiatrico colpiscono insieme oltre 50 milioni di persone nel mondo e circa due milioni di italiani.
Dalla ricerca emerge che il 66 per cento dei pazienti è stato trattato in monoterapia e gli sono state prescritte 21 differenti molecole di farmaci antipsicotici, mentre circa il 25 per cento usa due differenti farmaci, per un totale di 126 differenti combinazioni terapeutiche. Il 9 per cento dei pazienti assume addirittura tre o più farmaci, per un totale di 333 diverse combinazioni.
Il passaggio da un trattamento farmacologico a rilascio immediato a un trattamento a rilascio prolungato (quetiapina) migliora l'aderenza dei pazienti alla terapia.
A ciò si abbina una riduzione del costo di trattamento a semestre del 7 per cento nella schizofrenia e del 23 per centonel disturbo bipolare, nonostante un incremento della spesa per il farmaco. Questo per quanto riguarda l'abbattimento dei costi per le ospedalizzazioni e l'accesso alle strutture psichiatriche, che incidono per circa i tre quarti del costo totale annuo.
Complessivamente un paziente con schizofrenia ha un costo totale medio di 3.900 euro, mentre uno con disturbo bipolare di 3.600 euro.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile