FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scoperta la fonte dellʼeterna giovinezza: è una molecola che agisce sulle staminali

Una ricerca americana ha testato con successo sui topi un farmaco che "ringiovanisce" i tessuti di diverse parti del corpo, compreso il cervello

Scoperta la fonte dell'eterna giovinezza: è una molecola che agisce sulle staminali

Un gruppo di ricercatori dell'Università della California di Berkeley, negli Usa, ha scoperto un farmaco in grado di contrastare l'invecchiamento dei muscoli e del cervello. Il meccanismo della molecola, denominata ALK5-inibitore, agisce sulle cellule staminali "riattivando" la loro capacità di ripristinare i tessuti. Lo studio apre nuovi orizzonti per il trattamento molecolare dell'invecchiamento, che potrà essere effettuato su diverse parti del corpo attraverso un unico intervento.

Scoperta la fonte dell'eterna giovinezza: è una molecola che agisce sulle staminali

Eterna giovinezza cellulare - Con l'avanzare dell'età, gran parte dell'invecchiamento del nostro corpo si verifica perché le cellule staminali adulte smettono di sostituire e rigenerare le cellule danneggiate. In questo senso la scoperta degli scienziati americani si rivela molto interessante perché, anziché concentrarsi sui singoli organi, il nuovo farmaco potrebbe contribuire a mantenere "giovane" l'intero organismo, compreso il cervello.

Un metodo "rivoluzionario", ma da perfezionare - I test hanno dimostrato che l'ALK5-inibitore, già oggetto di ricerca come rimedio antitumorale, blocca i recettori del fattore di crescita nei topi, impedendo il deterioramento delle cellule staminali. Si tratta tuttavia di un meccanismo da perfezionare, spiegano i ricercatori, dato che l'azione della molecola altera il processo evolutivo delle staminali, le quali a un certo punto perdono la loro capacità rigenerativa in maniera naturale.

La ricercatrice Irina Conboy ha spiegato che la nuova sfida degli scienziati sarà dunque quella di "ripristinare l'ambiente biochimico delle cellule staminali con una piccola quantità di sostanze chimiche, in modo da mantenerle giovani più a lungo e senza conseguenze".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali