FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Gli 883 cantano "Io ci sarò" sul palco di "Un disco per l'estate" '98

Max Pezzali si esibì con alcuni brani storici della band fondata insieme all'amico Mauro Repetto


 


Da "

Come Mai

" a "Nord, Sud, Ovest, Est", passando per l'intramontabile "Hanno ucciso l'uomo ragno" e "La regola dell'amico". Gli

883

hanno segnato la musica italiana degli anni '90 in maniera indelebile: un'ulteriore dimostrazione è arrivata proprio un mese fa quando nelle due serate di San Siro del 15 e 16 luglio, Max Pezzali ha riempito per due giorni di fila lo stadio milanese riproponendo i successi dello storico gruppo nato dalla sua collaborazione con 

Mauro Repetto

.
 


 



 


Lanciati da

Claudio Cecchetto

, i due artisti di Pavia conquistarono in pochissimo tempo un record dopo l'altro, a partire dall'estate del 1992, quando tutta Italia cantava a squarciagola "Hanno ucciso l'uomo ragno, chi sia stato non si sa". Era solo l'inizio di un'incredibile ascesa, fatta di brani entrati nella storia della musica italiana per la

semplicità

con cui fotografavano alla perfezione il vissuto di un'intera generazione. Una caratteristica che segnerà lo stile di Max Pezzali anche nel percorso da

solista

, che vede l'artista all'attivo con

cinque album

in studio. Tuttavia, anche le migliori storie d'amore possono finire: ed è avvenuto anche per la collaborazione tra Pezzali e Cecchetto. L'artista, proprio a ridosso della due giorni di San Siro ha annunciato il divorzio. In questo video, lo rivediamo cantare "Io ci sarò" sul palco di "

Un disco per l'estate

" nel 1998.


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali