FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Taglio dei vitalizi, via libera dal Senato | Festa M5s: "Risparmiati 56 milioni"

Il provvedimento è passato senza i voti dei senatori di Forza Italia e del Partito democratico che sono usciti al momento del voto

Il Consiglio di presidenza del Senato ha approvato la delibera sul taglio dei vitalizi "con 10 voti favorevoli e un astenuto". Lo ha annunciato il questore del Senato Paolo Arrigoni (Lega). Il provvedimento è passato senza i voti dei senatori di Forza Italia e del Partito democratico che sono usciti al momento del voto.

"Bye bye vitalizi": i 5 Stelle festeggiano davanti al Senato

"Bye bye vitalizi": festa M5s davanti al Senato - Dopo l'ok alla delibera, gli eletti pentastellati sono usciti da Palazzo Madama muniti di palloncini gialli, bandiere del Movimento e cartelli con la scritta "bye bye vitalizi" e, a turno, hanno versato un euro (finto) ciascuno in un salvadanaio giallo. Quindi hanno srotolato un enorme striscione con la scritta "56 milioni di risparmi". Poco prima di uscire all'esterno, i senatori si erano radunati nel cortile del palazzo e presi dall'euforia si erano fotografati con i cartelli celebrativi della delibera. Un funzionario del Senato li ha prontamente ripresi ricordandogli che non è possibile inscenare manifestazioni del genere all'interno del Senato né effettuare riprese in quel punto.

Conte: "Misura di equità sociale e buona politica" - "Il Senato ha dato il via libera al taglio dei vitalizi. La riduzione di sprechi e costi della politica è anch'essa una misura di equità sociale, un segno di attenzione che la 'buona' politica deve offrire per poter parlare con credibilità ai cittadini!". Lo ha scritto il premier Giuseppe Conte su Twitter.

Fraccaro: "Il Parlamento recupera la dignità" - "Con la cancellazione dei vitalizi anche al Senato si può archiviare la Seconda Repubblica: è la fine di un sistema politico fondato sui privilegi e l'inizio di una nuova stagione all'insegna dell'etica istituzionale. Mettiamo fine all'era della casta, il Parlamento recupera finalmente la propria dignità: è una vittoria dei cittadini che hanno chiesto e ottenuto il cambiamento". Lo ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta, Riccardo Fraccaro.

Di Maio: "Regioni taglino vitalizi o stop a fondi" - "Nella manovra di bilancio ci sarà una norma che impone alle Regioni di tagliare i vitalizi, così come accade per Camera e Senato". Lo ha detto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, spiegando che in assenza di questi tagli si bloccheranno i trasferimenti per pagarli. "Dopo Camera e Senato - ha affermato - tocca alle Regioni. Non deve restare nemmeno un vitalizio in Italia".

Martina: "Il Pd è d'accordo, ma così la norma è fatta male" - "Sul taglio dei vitalizi noi siamo favorevoli, come abbiamo sempre detto". Così il segretario del Pd, Maurizio Martina, illustra la posizione del partito in merito alla questione. E spiega che "siamo usciti dall'aula per evitare ricorsi, che saranno tantissimi. Temo che il provvedimento sia incostituzionale. E' giusto farlo ma bisogna farlo bene".

Il sistema di vitalizio/pensione dei parlamentari

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali