FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Secondo giorno italiano per Xi Jinping: firmato il memorandum

Dopo il commiato con Mattarella e lʼincontro con Conte, il presidente cinese è andato a Palermo per una breve visita

Secondo giorno italiano per Xi Jinping: firmato il memorandum

Nella seconda giornata in Italia per il presidente cinese Xi Jinping, con un calendario fitto di appuntamenti, il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, e il presidente della National Development and Reform Commission, He Lifeng, hanno firmato a Villa Madama il memorandum sulla nuova "Via della Seta". Il leader cinese è poi andato a Palermo per una visita lampo a conclusione del viaggio nel nostro Paese.

  • 23 mar

    Conte: "Da Memorandum buone ricadute, no rischi per sicurezza"

    "Sul piano della cooperazione economica, l'obiettivo per l'Italia è quello di riequilibrare la bilancia commerciale e intensificare i flussi di investimento tra i due Paesi. Su questo fronte ci aspettiamo importanti ricadute positive. Il tutto, tengo a ribadirlo ancora una volta, senza alcun rischio per la sicurezza nazionale". Lo scrive, in un post su Facebook, il premier Giuseppe Conte. Le intese con la Cina permettono la costruzione di "un vero 'level playing field'. Per l'Italia è una grande occasione", ha quindi sottolineato il premier.

  • 23 mar

    Xi: "Grazie Italia, visita è stata un grande successo"

    "E' stato un grande successo, ringrazio di cuore il governo italiano". Lo ha detto il presidente cinese Xi Jinping rivolgendosi al sottosegretario Stefani Buffagni prima di salire sull'aereo presidenziale che lo ha condotto poi a Palermo.

  • 23 mar

    Xi a Palermo, atterrato aereo presidenziale

    E' atterrato alle 15:45 sulla pista dell'aeroporto "Falcone - Borsellino" di Palermo il Boeing 747-89 L dell'Air China con a bordo il presidente cinese Xi Jinping e la moglie Peng Liyuan. Ad attenderli il prefetto Antonella De Miro, il sindaco della città metropolitana Leoluca Orlando e il presidente della Regione Nello Musumeci. Subito dopo il presidente Xi Jinping e la moglie andranno a Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea regionale, per una visita del palazzo che secondo il protocollo durerà 37 minuti.

  • 23 mar

    Di Maio: "Aspettiamo riequilibrio bilancia commerciale"

    "Con questi accordi ci aspettiamo un riequilibrio della nostra bilancia commerciale con la Cina. C'è troppo Made in Cina in Italia e poco Made in Italy in Cina. L'accordo stipulato ha l'obiettivo Di invertire questa tendenza" Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio, sottolineando che "ci aspettiamo un graduale aumento delle esportazioni".

  • 23 mar

    Di Maio: "Critiche Ue? Italia arrivata prima con Cina"

    "Io non parlerei di posizione franco-tedesca, le due posizioni hanno sfumature diverse. E' chiaro che l'Italia è arrivata prima sulla Via della Seta e quindi altri Paesi Ue hanno delle loro posizioni critiche, ne hanno tutto il diritto. Nessuno vuole scavalcare i nostri partner Ue ma, come qualcuno diceva America First, noi nelle relazioni commerciali diciamo Italy First". Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio nel punto stampa a Villa Madama dopo la firma del Memorandum con la Cina rispondendo ad una domanda sulle critiche di Francia e Germania.

  • 23 mar

    Di Maio: "Con Memorandum passo per crescita, vince l'Italia"

    "Per noi oggi è un giorno importantissimo, un giorno in cui vince il Made in Italy, vince l'Italia, vincono le imprese italiane. Abbiamo fatto un passo per aiutare la nostra economia a crescere". Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio nel punto stampa a Villa Madama dopo la firma del Memorandum con la Cina. "Ci sarà una task force del Mise che monitorerà gli accordi, lavoriamo perché ci siano altri accordi da qui alla visita del premier Conte in Cina", spiega.

  • 23 mar

    Xi conclude visita a Roma, partito per Palermo

    Conclusa la visita di due giorni fitta di impegni a Roma, il Presidente cinese Xi Jinping e la firs lady Peng Liyuan sono partiti alla volta di Palermo. Il Boeing 747 dell'Air China su cui viaggiano si è mosso poco prima delle 15 dall'aeroporto di Fiumicino. Le forze dell'Ordine, così come per le fasi del loro sbarco nella Capitale, hanno predisposto un imponente dispositivo di sicurezza sia al "Leonardo Da Vinci" di Fiumicino sia al "Falcone e Borsellino" di Palermo, dove sono attesi.

  • 23 mar

    Presidente lascia l'hotel diretto all'aeroporto di Fiumicino

    Il presidente cinese, Xi Jinping, e la moglie hanno lasciato il Grand Hotel Parco dei Principi diretti all'aeroporto di Fiumicino da dove partiranno per Palermo. Al passaggio del corteo presidenziale, scortato dalle forze dell'ordine, le strade attorno all'albergo sono state chiuse al traffico e un elicottero sorvola la zona.

  • 23 mar

    Xi lascia Villa Madama, termina visita a Roma

    Il presidente cinese, Xi Jinping, ha lasciato Villa Madama, dopo una colazione con il premier Giuseppe Conte. Xi andrà all'aeroporto di Fiumicino, dove prenderà l'aereo per Palermo.

  • 23 mar

    Xi Jinping in Italia, firmato il memorandum con la Cina - FOTO

    Xi Jinping in Italia, firmato il memorandum con la Cina

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali