FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rifiuti in Campania, Di Maio a Salvini: "Gli inceneritori non cʼentrano"

Il ministro dellʼInterno lancia lʼallarme ambientale nella regione e auspica impianti in ogni provincia, ma il ministro dello Sviluppo economico lo stoppa: "Business della camorra, non lo vogliamo più"

Il vicepremier Luigi Di Maio replica a Matteo Salvini che ha ipotizzato il "rischio di disastro ambientale" per i rifiuti in Campania e la necessità di "un termo-valorizzatore in ogni provincia". "La terra dei fuochi è un disastro legato ai rifiuti industriali provenienti da tutta Italia, non a quelli domestici - scrive Di Maio su Facebook -. Gli inceneritori non c'entrano una beneamata ceppa e tra l'altro non sono nel contratto di governo".

In visita a Napoli, Salvini ha detto che nella regione "si rischia l'emergenza a livello mondiale, sia sanitaria sia sociale. Non c'è programmazione e c'è incapacità. Se uno pensa male, e non sono io, potrebbe supporre che non si è fatto niente perché qualcuno ha interesse perché non si faccia nulla. E' a rischio la salute dei cittadini come in nessuna altra regione italiana".

E ancora: "Manca la programmazione, serve un termovalorizzatore per ogni Provincia, tra l'altro a metà gennaio andrà in manutenzione l'unico termovalorizzatore di tutta la Regione, pensate a cosa succederà...In Campania è a rischio la salute dei cittadini come in nessun altra Regione italiana, e io anche se non sono ministro dell'Ambiente e della Salute mi preoccupo e mi arrabbio da padre di famiglia".

"No di de Magistris agli impianti? Se li mangi" - Infine il ministro ha replicato con durezza al no del sindaco Luigi de Magistris agli impianti di termovalorizzazione. "Il sindaco si oppone ai termovalorizzatori? Se li mangi allora i rifiuti. Non vorrei doverli imporre, abbiamo sentito tutto. Se c'è di mezzo la salute dei bimbi e c'è incoscienza da parte di pubblici amministratori, allora si può anche imporre".

"Stiamo parlando della salute di milioni di persone - ha aggiunto - A meno che de Magistris non sia disposto a fare un unicum mondiale e anche la Regione. Se trovano una localizzazione bene, altrimenti ci pensiamo noi".

Di Maio: "Inceneritori business della camorra" - "La camorra ha investito sul business degli inceneritori. Questo è il passato che non vogliamo più", è la replica di Di Maio. "Il futuro che vogliamo in tutta Europa è senza inceneritori e senza camorra", ha ribadito il vicepremier pentastellato su Facebook, pubblicando il link a due articoli sugli interessi della camorra nella gestione dei rifiuti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali