FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pubblica amministrazione: aumentano "auto di Stato", una su 10 è blu

Gli enti proprietari che hanno visto maggiormente aumentare il numero di vetture a disposizione sono i Comuni e quelli del settore sanitario

Pubblica amministrazione: aumentano "auto di Stato", una su 10 è blu

Nel 2018 le vetture a disposizione delle amministrazioni pubbliche risultano essere 33.527. Quelle blu, ovvero le auto con conducente, sono 3.366, il 10,04% dell'intero parco. Lo rivela il censimento realizzato dal ministero della P.a. Dai dati raccolti si registra inoltre che proprio le auto blu siano aumentate, rispetto all'anno precedente, di 298 unità, passando dalle 3.068 del 2017 alle 3.366 del 2018.

Consumatori: "Nessuna spending review" - "L'incremento - spiega Massimiliano Dona, presidente dell'Unione nazionale consumatori - dipende anche dal numero maggiore di enti monitorati, ma non si può comunque sostenere che vi sia stata la famosa spending review".

Comuni e Sanità gli enti con più auto - Analizzando nel dettaglio i dati, si registra un piccolo calo nel numero di auto per le amministrazioni statali (-9), mentre nelle Università si registra un rialzo (+29). L'aumento più significativo interessa i Comuni (+2.102) e il settore della sanità (+2.105). I ministeri invece rispettano sostanzialmente tutti il tetto delle 5 vetture con autista stabilito per decreto dal governo Renzi.

Torino supera Roma per numero di auto - Sul territorio, guardando ai Comuni capoluogo, svetta Torino con 212 veicoli di proprietà, superando anche la Capitale che ne ha 133 ma ben 86 a noleggio senza conducente. Milano invece ne possiede solo due su 22 totali.

Ci sono poi oltre 2mila amministrazioni che dicono di non possedere le quattro ruote. Mancano però all'appello i dati di quasi 1.800 enti che non hanno preso parte al censimento annuale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali