FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Marine Le Pen incontra Salvini: "Insieme per unʼalternanza in Europa"

"Il modello economico dellʼUe è perverso. Lo stanno abbandonando tutti", ha spiegato la leader della destra francese

Marine Le Pen incontra Salvini: "Insieme per un'alternanza in Europa"

"A maggio riusciremo ad arrivare a un'Unione che parta da nuovi valori contro la mondializzazione. E' una lotta che portiamo avanti con Matteo Salvini, convinti della necessità di un'alternanza in Europa". Lo ha detto la leader del Rassemblement National francese, Marine Le Pen, a Roma per un incontro con il ministro dell'Interno. "L'Ue ha calpestato i valori della solidarietà: ora siamo in un momento storico", ha aggiunto.

"Modello economico Ue perverso" - "Il modello economico dell'Ue è perverso. Lo stanno abbandonando tutti, gli Stati Uniti, la Cina, l'India. Invece nell'Ue, persone come Juncker e Moscovici insistono perché si acceleri verso questo modello - ha spiegato la leader della destra francese che stasera sarà ospite a Quarta Repubblica su Rete 4 - . Il mondialismo è come quando si esce da un ristorante e l'ultimo che esce deve pagare il conto. E non voglio che l'Ue paghi il conto".

Salvini: "Sinistra tradito i valori, al Pd più banchieri che operai" - "Sia la Lega in Italia che Marine in Francia stanno raccogliendo una eredità sociale culturale e economica di una certa sinistra che ha tradito i suoi valori. Nelle sedi del Pd o dei socialisti francesi entrano più banchieri che operai: noi vogliamo un'Europa diversa", ha detto il vicepremier Matteo Salvini.

"Mi piace di più dire 'comunita' europea': se a maggio - ha detto Salvini - finalmente verranno fuori equilibri che toglieranno i socialisti dalle stanze del potere, la sinistra di danni in Europa e in Italia ne ha fatti abbastanza, potrà tornare al centro un dibattito sul lavoro vero, sul controllo dei confini, sulla tutela delle famiglie, verranno fermati quei trattati commerciali che stanno aiutando la finanza ad aumentare i suoi profitti danneggiando i nostri produttori e commercianti".

"Noi i salvatori dell'Ue" - "Questo non è un incontro elettorale, lavoriamo insieme a un progetto comune di Europa e futuro da anni. Siamo qua per ridare senso e anima a un sogno europeo che i burocrati europei hanno svuotato: i salvatori dell'Europa stanno qua, non stanno a Bruxelles". "Penso che questo 'Fronte della liberta'' - ha continuato il leader della Lega - lavorerà per avere un progetto comune e un'idea di futuro comune per l'Europa dei prossimi trent'anni e anche, se possibile, candidati comuni a ricoprire i ruoli più delicati, ma riconoscendo libertà ai singoli popoli, Paesi e governi: vedo una comunità che fa poche cose e le fa bene, tra queste poche cose difende i confini esterni, poi però sulle politiche commerciali, agricole, sull'età pensionabile, sui modelli di sanità, scolastici e di famiglia lascia che siano i singoli Paesi a fare singole scelte. Non c'è la famiglia o il modello di commercio imposto da Bruxelles".

"Terremo in vita le poche cose buone, a partire dai valori fondanti e alle radici comuni europee: questa Europa si è perfino vergognata di riconoscere le radici giudaico-cristiane che non sono una scelta politica, ma una verità storica e quando neghi la tua storia non hai un gran futuro davanti", ha concluso Salvini.

"Saviano-Macron? Spero no selfie svestiti..." - "L'incontro tra Saviano e Macron? Spero solo che non si siano fatti un selfie svestiti, come usa fare Macron di recente...". E' stata poi l'infelice battuta del ministro dell'Interno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali