FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Manovra, Di Maio: "Le misure saranno definite entro Natale"

Il vicepremier garantisce: "Primo reddito di cittadinanza il primo di marzo e prima pensione di cittadinanza a febbraio"

Manovra, Di Maio: "Le misure saranno definite entro Natale"

"Prima di Natale gli italiani avranno le misure per il reddito e la pensione di cittadinanza, la quota 100, il rimborso ai truffati delle banche e l'Ires alle imprese al 15%". Lo ha dichiarato il vicepremier Luigi Di Maio durante la registrazione di Stasera Italia su Rete 4. "Il primo reddito di cittadinanza lo avremo il primo di marzo e la prima pensione di cittadinanza a febbraio", ha aggiunto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico.

Il vicepremier ha quindi spiegato che quelli passati dall'insediamento del governo "sono stati sei mesi importanti che danno il via, ma ancora c'è da lavorare. Sono stati sei mesi in cui abbiamo avuto l'opportunità di dire che tante cose che non si potevano fare invece si possono fare", ma di sicuro "non è stato facile".

Di Maio ha poi parlato di altre questioni sul tavolo, dal dl Sicurezza, nel quale "ci siamo accertati che gli Sprar rimanessero aperti e che il sistema delle cooperative debba rendicontare tutti i soldi che prendono" perché "c'era un business sull'immigrazione", alla Tav, in merito alla quale "non c'è nessun approccio ideologico, non siamo contro le grandi opere. I cittadini ci hanno detto di non sperperare, la scienza ci dirà se ci sono più costi o benefici".

Ancora, il vicepremier ha sottolineato che per Alitalia "i cittadini non ci dovranno mettere un euro in più, tanto c'è interesse da parte di attori internazionali e Fs ha manifestato interesse e presentato un piano industriale. Mettiamo insieme la prima compagnia ferro-aereo-gomma per prendere i turisti e portarli in Italia".

Infine, Di Maio è tornato sulla questione dell'azienda di famiglia, garantendo che "mio padre pagherà tutti i suoi errori, economicamente e non solo". Però "è un fatto che riguarda lavoratori in nero che mio padre ha tenuto dieci anni fa, sono errori del padre nascosti ai figli ma che hanno rappresentato anche un fatto mediatico. Non riesco a comprendere perché un fatto di mio padre riguardi anche le mie colpe".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali