FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

M5s-Pd, prove di dialogo: oggi lʼincontro dei capigruppo

I due schieramenti, dopo la richiesta del presidente Mattarella di non perdere tempo, devono trovare un accordo vero e duraturo

Partita ufficialmente l'ipotesi del governo giallo-rosso, con i due leader impegnati al momento a fissare paletti. E' fissato alle 14 l'incontro tra i capigruppo di M5s e Pd. Lo si apprende da fonti parlamentari Dem. In campo, oltre a Zingaretti e Di Maio che lavorano nelle retrovie, i colonnelli di Pd e M5s, tra distinguo e timide aperture. Intanto Mattarella attende e spera in un accordo, serio e duraturo.

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti è arrivato intorno alle 8:40 nella sede del partito dove sono poi giunti gli altri dirigenti Dem, tra cui il presidente Paolo Gentiloni, la vicepresidente Anna Ascani, il vicesegretario Andrea Orlando e il tesoriere Luigi Zanda. Da parte loro nessun commento sull'incontro dei capigruppo di M5s e Pd.

"L'esperimento gialloverde lascia l'economia in recessione e l'Italia in un isolamento internazionale senza precedenti. Perciò il tema è cosa è utile al Paese. Noi abbiamo detto no a manovre di palazzo per evitare il voto. Un nuovo governo ha senso soltanto se si svolta sui capitoli indicati dalla nostra direzione", afferma il membro della direzione dem Gianni Cuperlo in un'intervista a La Stampa. Dello stesso tenore l'intervento e il commento di Matteo Orfini, che dice: "E' chiaro che l'accordo è un lavoro complicato, M5S non è una costola della sinistra, è una forza politica alternativa.

Cautela anche dalla sponda M5s. "Il confronto è aperto con chi vuole affrontare i nostri temi. Ieri è stata una giornata molto confusa sul taglio dei parlamentari. L'assemblea ha dato mandato per fare chiarezza", afferma il vicepremier Luigi Di Maio in un'intervista al Corriere della sera. "Il taglio si fa subito, non si rinvia, non ha senso. In politica per anni abbiamo sentito dire lo faremo, lo faremo. È ora di fare adesso, non domani. Se c'è volontà si fa adesso, è già calendarizzato", aggiunge, "i nostri capigruppo si vedranno per parlare, anzitutto, del primo dei 10 punti: il taglio dei parlamentari. Da lì si capisce se c'è davvero la volontà di cambiare le cose".

Un messaggio che Di Maio ribadisce anche a poche ore dall'incontro. "Tutti gli italiani che hanno dato il voto un anno e mezzo fa devono poter dire 'non è stata una legislatura lunghissima, non è stata fortunata, ma almeno abbiamo tagliato i parlamentari'. Io questo non lo dico in un messaggio a qualcuno però se già stamattina vedono che partono le guerre interne alle forze politiche, gli audio da una parte, i tweet da una parte, i post da un'altra... gli italiani vogliono il taglio dei parlamentari, è un obiettivo di questa legislatura".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali