FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Lo scontro sul dicastero a Savona mette a rischio il governo Conte | Salvini: "Nomi dei ministri Lega pronti"

Il leader del Carroccio arrabbiato dopo il colloquio tra il premier e Mattarella: "Un ministro amico di Berlino? No grazie". Il professore di economia pronto al passo indietro ma sono 3 i dicasteri in bilico

Lo scontro sul dicastero a Savona mette a rischio il governo Conte | Salvini: "Nomi dei ministri Lega pronti"

Di Maio e Salvini fermi su Savona ministro, ma dal Quirinale si alza il muro. E torna quindi lo spettro delle elezioni visto che né Lega, né M5s sono disponibili ad offrire un altro nome per il Mef. Un altro nome innescherebbe un risiko nel governo che vedrebbe coinvolti anche i ministeri degli Esteri, della Difesa e della Giustizia. Salvini: "Se salta tutto, la frattura è tra italiani e palazzi di potere. Stasera nomi dei nostri ministri a Conte".

  • 26 mag

    Dopo giornata di lavoro, Conte lascia Montecitorio

    Il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, ha lasciato - dopo una giornata di lavoro - lo studio del governo a Montecitorio dove, con ogni probabilità - e Giro d'Italia permettendo - tornerà domani.

  • 26 mag

    Moscovici: preoccupa debito Italia, su Savona no preferenze

    "Ciò che mi preoccupa è il debito italiano, che deve essere contenuto". Lo ha detto il commissario europeo all'Economia Pierre Moscovici, aggiungendo: "Paolo Savona come ministro dell'Economia? Sono gli italiani che decidono il loro governo, quindi rispetto la legittimità democratica, e i ritmi democratici del Paese. Parlerò con l'interlocutore che mi daranno, che sarà il prossimo ministro italiano qualsiasi esso sia". "Non sta a me esprimere una preferenza - afferma -. Aspettiamo e non commentiamo annunci, parleremo con un governo che prenderà decisioni, cioè leggi e budget".

  • 26 mag

    Veto Mattarella, Calderoli: chi non sa è meglio che non parli

    "A tutti gli esperti, in Parlamento, in Europa o nei giornali di casa nostra, che stanno discettando di possibili veti su nomi dei ministri ricordando le prerogative a riguardo del Capo dello Stato e del presidente del Consiglio incaricato, vorrei a mia volta ricordare che l'illustre costituzionalista Costantino Mortati, uno dei padri della nostra Costituzione, uno che la nostra Costituzione l'ha scritta, nel suo 'Istituzioni di diritto pubblico, ed. 1975, a pagina 568 scrive 'la proposta dei ministri (del Pres. Cons. incaricato) "deve ritenersi strettamente vincolante pel capo dello Stato". È bene ricordare che su quel testo si sono formati i migliori giuristi italiani. Chi sa parli. Chi non sa faccia. O meglio ancora studi". Lo afferma il senatore Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.

  • 26 mag

    Moscovici: nessuno psicodramma tra Roma e Bruxelles

    "Nessun psicodramma tra Roma e Bruxelles. L'Italia è e deve restare un paese al cuore della zona euro". Lo scrive il commissario europeo all'Economia Pierre Moscovici su Twitter.

  • 26 mag

    Bannon: mondo guarda Italia per il cambiamento

    "Io credo che il mondo intero stia guardando all'Italia, indipendente da quello che dice il New York Times e i suoi editoriali. E' arrivato il momento di celebrare questo grande cambiamento" uscito dalle elezioni per la vita del Paese. Lo ha detto Steve Bannon, ex stratega di Donald Trump.

  • 26 mag

    Macron telefona a Conte: scambio di idee su politiche Ue

    "Questo pomeriggio ho ricevuto una telefonata dal presidente della Repubblica Francese Emmanuel Macron, il quale ha formulato i suoi migliori auspici per il governo che stiamo formando in Italia". Lo rivela il presidente incaricato Giuseppe Conte dal suo profilo Facebook. E' stata "l'occasione per un proficuo scambio sulle principali prospettive delle politiche economiche e sociali europee che coinvolgono i nostri due Paesi. Ci siamo lasciati con l'auspicio di poterci incontrare il prima possibile per discutere in dettaglio le varie questioni di comune interesse".

  • 26 mag

    Ambasciatore italiano contro Der Spiegel: dialettica pericolosa

    L'ambasciatore italiano a Berlino Pietro Benassi ha inviato a Der Spiegel online una nota, chiedendone la pubblicazione, con la quale stigmatizza fortemente l'articolo "Gli scrocconi di Roma" pubblicato dalla testata tedesca. "La dialettica politica - scrive Benassi - appartiene alla liberta' di stampa e al discorso democratico. Ciò che lascia un retrogusto pessimo è il modo in cui questa critica è indirizzata ad un intero popolo". Benassi parla di "strada pericolosa" per la dialettica in Europa.

  • 26 mag

    Di Battista: no al voto, la maggioranza c'è

    "Perché si dovrebbe tornare a votare se c'è una maggioranza in Parlamento? Se due forze politiche hanno trovato un accordo su un programma di Governo? Sarebbe una cosa inaccettabile". Lo ha detto l'ex deputato del M5s Alessandro Di Battista.

  • 26 mag

    Salvini: "Stasera nomi ministri della Lega a premier Conte"

    "Già stasera daremo al presidente del Consiglio incaricato i nomi dei ministri della Lega che sono pronti a lavorare per il bene dell'Italia. Non è questione di nomi e cognomi ma di rispetto del voto degli italiani". Lo ha affermato il leader della Lega Matteo Salvini. Rischio di frattura con il Quirinale? "L'unico rischio è un'ulteriore frattura tra i palazzi del potere e gli italiani se qualcuno rallentasse ancora questo processo di cambiamento".

  • 26 mag

    Salvini: se salta il contratto di governo, la frattura è con gli italiani

    "Un rischio di frattura con il Quirinale? L'unico rischio che vedo è un'ulteriore frattura tra i palazzi del potere e gli italiani. Se qualcuno rallentasse ancora questo processo di cambiamento facendo saltare 15 giorni di lavoro e sacrificio, sarei ancora arrabbiato". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, parlando coi giornalisti al termine di una riunione informale coi vertici del partito in via Bellerio sulla formazione del governo Conte.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali