FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lavoro, ministro Catalfo: "La maggioranza vicina a un accordo sul salario minimo"

In agenda anche le pensioni e gli ammortizzatori sociali, temi che saranno però affrontati in un prossimo incontro

nunzia catalfo

"La maggioranza è vicina a un accordo sul salario minimo per dare valore erga omnes alla parte salariale dei contratti collettivi firmati dai sindacati maggiormente rappresentativi". Lo si legge in una nota del ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, diffusa al termine dell'incontro tra gli esponenti della maggioranza. Un nuovo vertice è in programma giovedì: sul tavolo ci saranno anche le pensioni e gli ammortizzatori sociali.

"Sul capitolo pensioni - spiega Catalfo - abbiamo ragionato sul dare vita a un percorso condiviso e organico che tenga insieme la pensione di garanzia per giovani e lavoratori discontinui, la flessibilità in uscita e la difesa del potere d'acquisto dei pensionati, oltre che strumenti di incentivazione della previdenza complementare". 

Fra gli altri temi affrontati "ci sono stati la non autosufficienza, la tutela del lavoro autonomo e la disciplina dell'equo compenso per la quale si partirà dalla mozione di maggioranza già approvata alla Camera e dai ddl depositati dai parlamentari". "Oggetto del tavolo - aggiunge il ministro del Lavoro - sono stati anche occupazione, formazione, riforma degli ammortizzatori sociali e creazione dell'osservatorio del mercato del lavoro. E' lungo questa strada che dobbiamo continuare". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali