FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Grillo, la moglie replica alla Boschi: "C'è un video che scagiona mio figlio" 

Parvin Tadjik risponde su Facebook alla deputata renziana: "Il filmato testimonia l’innocenza dei ragazzi, si vede che lei è consenziente. La data della denuncia è solo un particolare"

"C'è un video che testimonia l'innocenza dei ragazzi , dove si vede che lei è consenziente, la data della denuncia è solo un particolare". Così Parvin Tadjik, moglie di Beppe Grillo, replica su Facebook al post di Maria Elena Boschi dove la deputata di Italia Viva critica il modo in cui il fondatore del M5s difende il figlio Ciro e i suoi tre amici dall'accusa di stupro.

Il commento è stato ripreso dal sito Open. Nel post la Boschi non usa mezzi termini contro Grillo definendo il suo intervento in difesa del figlio "scandaloso".

 

E Parvin Tadjik, nella risposta alla deputata renziana, fa riferimento allo stesso filmato menzionato dal marito nel messaggio pubblicato sul suo blog e sui suoi canali social. "C'è tutto un video - aveva infatti spiegato in uno dei passaggi più concitati - dove passaggio per passaggio, si vede che c’è un gruppo che ride". Immagini che  secondo il punto di vista della famiglia Grillo, dimostrerebbero che il rapporto fu consenziente.

 

La controreplica della Boschi - Non si è fatta attendere la controrisposta di Maria Elena Boschi: "Quando mio padre è stato indagato, Grillo e i grillini lo hanno massacrato. Noi abbiamo aspettato le decisioni dei giudici, rispettando il loro lavoro. E alla fine è stato archiviato. Aspetti il processo anche lei e spieghi a suo marito che è meglio credere nella giustizia anziché fomentare l'odio con il giustizialismo. Per me suo figlio Ciro è innocente fino a sentenza passata in giudicato. Suo marito Beppe invece è colpevole di aver creato un clima d'odio vergognoso. Odio contro di me, contro mio padre, ma soprattutto contro tanti italiani che non possono difendersi perché privi della stessa visibilità di suo marito. Giustizia, non giustizialismo".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali