FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Governo, Salvini: "Se tra 15 giorni diremo le stesse cose, c'è un problema"

Prosegue il botta e risposta tra Lega e M5s: il vicepremier non vuole altri ritardi sullo sblocca-cantieri e sulle riforme del Carroccio

Matteo Salvini Danilo Toninelli
ansa

Il discorso del premier Giuseppe Conte ha agitato ulteriormente le acque all'interno della maggioranza di governo.

"La mia volontà c'è, ma se mi dovessi accorgere che tra 15 giorni ci ritroviamo qui a dirci le stesse cose, con gli stessi ritardi e gli stessi rinvii, allora sarebbe un problema", ha commentato Matteo Salvini. Il ministro Danilo Toninelli, da parte sua, si è detto "stufo della retorica secondo cui Salvini dice sì e il M5s dice no".

"Non ho alcuna intenzione di far cadere il governo, ma il governo è pagato per fare, i ministri e i presidenti sono pagati per fare", ha detto ancora il vicepremier a Rtl. "Non chiedo mezza poltrona in più, sono disposto ad andare avanti basta che si acceleri e che ci siano tanti sì" ha aggiunto sottolineando che sullo sblocca cantieri "non è la Lega ma il Paese che ha le idee chiarissime". Bisogna dunque "resettare il codice degli appalti aprire i cantieri e cancellare tutta quella burocrazia".

"Mi sono stancato della retorica che Salvini dice sì e il M5s dice no", replica quasi in contemporanea il ministro delle infrastrutture

Danilo Toninelli

intervistato a Radio24, secondo cui "si dice sì alle cose giuste". Per il ministro "lo sblocca cantieri è il giro di boa, risolto quello si va avanti. Io dico che sulla Flat tax siamo con lui. Salvini la vuole fare? si chiudesse in una stanza con il ministro Tria e trovasse un accordo con la Ue e non continuasse ad andare in campagna elettorale. Noi non lo osteggieremo".

Sblocca cantieri, Aula Senato rinviata a domani

- "Convocherò nel corso della giornata la capigruppo, la seduta è rinviata a mercoledì mattina alle 9,30 con lo stesso ordine del giorno, tranne il fatto che possa essere modificato dalla capigruppo". Lo ha detto in aula la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati rinviando a domani i lavori sul dl Sblocca cantieri come era stato chiesto in apertura di seduta dal capogruppo M5s, Stefano Patuanelli. "La Commissione Bilancio non ha completato il suo lavoro - ha spiegato Patuanelli -. Ci sono dei nodi ancora da sciogliere. Quindi chiedo la sospensione della seduta e la convocazione per domani mattina".