FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Crisi di governo, Giuseppe Conte si è dimesso | Mattarella da mercoledì avvia le consultazioni

Pd, M5S e Leu fanno quadrato attorno al primo ministro, Italia Viva resta compatta. Berlusconi: "Governo di unità o si vada alle elezioni"

Giuseppe Conte è salito al Quirinale alle 12 e si è dimesso. Il premier ha avuto un veloce colloquio col presidente della Repubblica il quale ha accettato le dimissioni e chiesto al governo, come di rito, di rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti. Da mercoledì pomeriggio inizieranno al Quirinale le consultazioni.

  • 26 gen

    Renzi: "Recovery non è all'altezza; ora governo serio"

    "Il Recovery Plan è l'ultima occasione e va colta adesso - scrive Renzi nella sua e-news -. Per il momento non è all'altezza delle nostre aspettative e soprattutto dei bisogni dell'Italia. Chiediamo un salto di qualità". E sul nuovo esecutivo: "Ora possiamo finalmente fare ciò che serve al Paese: un governo serio, di legislatura, che dia risposte concrete e non evasive alle sfide drammatiche della pandemia e assicuri la rirpesa. Un governo europeista non a parole, ma nei fatti, capace di concretizzare in progetti il gigantesco sforzo del Next Generation Ue". 

  • 26 gen

    Renzi: "Dopo giorni di fango è tutto chiaro, la crisi non l'ha aperta Iv"

    "Dopo giorni di fango contro di noi, tutto è più chiaro. Non è Italia Viva ad aver aperto una crisi, è l'Italia che deve affrontare una crisi da fa tremare i polsi". Così Matteo Renzi nella sua e-news. 

  • 26 gen

    Le consultazioni proseguiranno fino a venerdì

    Le consultazioni per la formazione del nuovo governo si chiuderanno venerdì pomeriggio: a farlo sapere sono fonti del Quirinale.

  • 26 gen

    Binetti: Conte ter ok, ma non sia riedizione dei due precedenti

    Nessuna preclusione verso Giuseppe Conte, ma un eventuale nuovo governo dovrà essere diverso dai due precedenti. Paola Binetti (Udc) lo dice a Radio 1 dicendo che il punto è "che tipo di governo riuscirà a fare che non sia una riedizione dei due precedenti, che hanno fallito entrambi". 

  • 26 gen

    Marcucci: "No a veti su Conte ma neanche su Iv"

    "Il nostro giudizio su Conte è complessivamente positivo - dice il capogruppo dem al Senato Andrea Marcucci -. Riteniamo che il Paese abbia bisogno di risposte in tempi rapidi a questa crisi perché ha bisogno di un governo stabile, che abbia un mandato di legislatura con un programma chiaro. Io credo che il confronto debba essere ampio, senza veti, e sulle cose: Recovery, campagna vaccinale, emergenza economica, rilancio. E quando dico che non ci devono essere veti intendo che si deve aprire un confronto a tutte le forze politiche, in particoalre a chi ha dato vita alla maggioranza che ci ha governato fin qui". 

  • 26 gen

    Meloni: "C'è una finestra per andare al voto"

    "C'è la possibilità che il Capo dello Stato sciolga le Camere prima del semestre bianco - afferma la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni -. La finestra è questa. A luglio non ci sarà più questa opportunità. Noi andremo compatti al Colle perché il Centrodestra può dare al Paese un governo adeguato". E aggiunge: "Al Colle diremo che non c'è nessuna possibilità che il Centrodestra appoggi Conte". 

  • 26 gen

    Gli atti sulle conseguenze della pandemia sono "affari correnti"

    Sono da considerarsi "disbrigo di affari correnti" dopo le dimissioni dell'esecutivo anche tutti "gli atti urgenti - ivi compresi atti legislativi regolamentari ed amministrativi - necessari per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19 e ogni relativa conseguenza". E' quanto prevede la direttiva della presidenza del Consiglio inviata ai ministri, vice ministri e sottosegretari di Stato nella quale vengono tratteggiati i limiti dell'azione del governo. Il testo sembra così aprire anche alla possibilità che il governo, nel disbrigo degli affari correnti, possa varare il decreto Ristori 5.

  • 26 gen

    De Falco: "Siamo una decina per nuovo gruppo al Senato"

    "Si sta verificando la nascita di un gruppo al Senato attorno al Maie e a Centro Democratico, il cui simbolo, dentro al Maie, eventualmente porterei io". Lo ha detto, ospite di Un Giorno da Pecora su Rai Radio1, il senatore Gregorio De Falco. Quanti sareste al momento? "Circa una decina". Il nome del gruppo potrebbe essere Maie-Centro Democratico? "Credo che avrebbe un'altra denominazione, lo stiamo ancora valutando". Il nome avrà qualcosa a che fare con i costruttori? "Il nome potrebbe avere a che fare con qualcosa in divenire". Potrebbe anche essere i costruttori? "Potrebbe anche essere ma è presto per dirlo e non mi sembra la cosa più importante".

  • 26 gen

    Centrodestra: "Sosterremo provvedimenti a favore degli italiani"

    "Nel corso del vertice, il Centrodestra ha ribadito la necessità che l'Italia abbia in tempi rapidi un governo con una base parlamentare solida, una forte legittimazione e non, invece, un esecutivo con una maggioranza raccogliticcia. La coalizione è pronta a sostenere in Parlamento tutti i provvedimenti a favore degli italiani, a partire dai ristori e dalla proroga del blocco delle cartelle esattoriali". E' quanto si legge in una nota congiunta al termine del vertice del Centrodestra.

  • 26 gen

    Berlusconi: "Centrodestra compatto, giusto andare insieme al Colle"

    "Abbiamo dato prova di grande compattezza, sono d'accordo: andiamo tutti insieme". Lo ha detto Silvio Berlusconi, nel corso della riunione del vertice del Centrodestra.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali