FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Corruzione, Siri: "Mai preso soldi, M5s mi usa come carne da macello"

Al vicepremier Luigi Di Maio, che chiede le sue dimissioni, Siri non cede: "E per cosa? Non esiste, la Lega è compatta e io resto dove mi trovo. So di non aver fatto nulla, mai nella vita"

Il sottosegretario ai Trasporti, il senatore leghista Armando Siri, non ci sta e analizza il suo caso dalle colonne de Il Corriere della Sera. "Sono veramente provato, seccato, sconcertato", dice riferendosi alla presunta tangente da 30mila euro per cui è indagato per corruzione. "Mi sento come se avessi buttato un badile sulla faccia. Non ho mai preso un soldo da nessuno", dice Siri che accusa i 5 Stelle di usarlo come "carne da macello".

Sui suoi rapporti con Franco Paolo Arata, ex deputato di Forza Italia, Siri sottolinea: "Pensavo fosse uno specchiato docente. Tutti lo stimano, è stato anche commissario straordinario dell'Enea. Ha partecipato a convegni della Lega come docente esperto. Cosa ne so io se questo è un faccendiere?".

Arata nelle intercettazioni parla di una mazzetta in cambio di un emendamento che avrebbe agevolato il "re dell'eolico" Nicastri, ma Siri si dice "allibito, non ho minimamente idea, non so chi sia questo imprenditore e non mi sono mai occupato di eolico in vita mia". 

Sul fatto che, secondo l'inchiesta, Nicastri sarebbe legato al boss Matteo Messina Denaro, Siri risponde: "La mafia, i mafiosi, addirittura. Ma che ne so io che c'è uno dietro che è un mafioso? Non sono mai stato a Palermo, mai stato a Trapani. Io lavoro, faccio il mio. Certo, se mi chiamano dalle categorie... Tutti i giorni ce n'è uno che ti chiede cose. Ovvio, facciamo questo di lavoro".

Sul rapporto con Toninelli, che ha disposto il ritiro delle deleghe al sottosegretario, Siri spiega: "Mi ha telefonato per dirmi che mi avrebbe tolto le deleghe. Io gli ho risposto 'vedi tu'". Al vicepremier Luigi Di Maio, che chiede le sue dimissioni, Siri non cede: "E per cosa? Non esiste, la Lega è compatta e io resto dove mi trovo. So di non aver fatto nulla, mai nella vita".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali