FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, Salvini: "Conte ha sequestrato mezza Italia" | "Saranno gli italiani a licenziare questo governo"  

Dopo la pubblicazione dei verbali del Cts, che a marzo propose di chiudere lʼItalia a zone in seguito allʼepidemia, il leader della Lega attacca il premier

Convegno "negazionisti" del Covid19, Salvini senza mascherina

Matteo Salvini si rifiuta di indossare la mascherina, malgrado gli inviti dei funzionari del Senato, durante tutta la durata di un convegno dell'ala dura contro il governo sulla lotta al Covid19, organizzato da Armando Siri e Vittorio Sgarbi: quelli che dalle opposizioni sono stati definiti i "negazionisti" alla Bolsonaro o alla Trump. Un gesto forte, in una sede istituzionale, la biblioteca di Piazza della Minerva, che provoca un vespaio di proteste, con cui il segretario leghista, aderisce, anche violando le regole, alla tesi portata avanti dall'iniziativa secondo cui, come dice Sgarbi "il virus non c'è più". Salvini parla della necessità di un ritorno alla normalita' in tempi brevissimi. "Ho visto una signora al mare entrare in acqua con la mascherina. Vuol dire che c'e' da fare lavoro di recupero importante, un lavoro culturale", racconta. Bocciato senza appello anche il saluto con il gomito definito "la fine della specie umana. Se uno mi allunga la mano io commetto un reato e gliela stringo".
 

"Se io vado a processo il 3 ottobre per avere trattenuto poche decine di immigranti per qualche giorno su una barca, allora portiamo Conte e i suoi al Tribunale internazionale perché hanno sequestrato mezza Italia". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, parlando dei verbali del Cts che a marzo propose di chiudere l'Italia a zone in seguito all'epidemia Covid mentre il governo decise per il lockdown totale.

"Gli italiani licenzieranno il governo Conte" "Saranno gli italiani a licenziare questo governo. Non è il 'palazzo' che si autoprotegge", ha detto ancora il segretario della Lega, a Perugia per inaugurare una nuova sede del partito. "La metà dei parlamentari - ha aggiunto - non ha una vita fuori di lì e voterebbe il governo anche di Pippo, Pluto e Paperino pur di rimanere attaccati alla poltrona. Temo però che in autunno la situazione economico-sociale sarà complicata e saranno gli italiani a chiedere scelte veloci, rapide ed efficienti. Non sarà la Lega a tendere trappole, ci pensano da soli".

 

"Chiudere i porti? Volere è potere" "Chiudere i porti? Ho dimostrato che possono chiudere, volere è potere, questo mi costerà qualche processo, ma andrò in quei tribunali a testa alta anche a nome vostro, perché ho difeso il mio Paese, l'onore del mio Paese, la sicurezza, i confini, la dignità del mio
Paese". Salvini è quindi tornato sulla vicenda di Open Arms e del procedimento che lo attende a Catania per l'accusa di sequestro di persona. "Quindi,
sabato 3 ottobre, la mattina pensatemi. - ha detto -. Magari voi sarete a Fabriano a scuola, sarete in negozio, quel sabato non sarò a Milano con i miei figli, sarò in tribunale a Catania per rispondere per qualcuno di un reato, per me di un diritto e di un dovere, difendere il mio Paese, finché campo difendo il mio Paese. Se mi costerà il carcere, vuol dire che andrò in carcere, mi fare compagnia, mi manderete due arance e un po' di salame".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali