FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Consultazioni, Salvini: "La via maestra è il voto" ma apre al M5s | Di Maio: "Non temiamo le urne ma non scappiamo" | Zingaretti pone tre condizioni, scontro nel Pd | Mattarella dà tempo fino a martedì

I renziani: "Vogliono sabotare un accordo con i 5 Stelle". Ad aprire i colloqui Fratelli dʼItalia che invoca il voto e FI che vuole un governo di centrodestra

Secondo giorno di consultazioni al Quirinale per la risoluzione della crisi di governo, con al Colle i maggiori partiti. Il leader della Lega Matteo Salvini afferma che "la via maestra è il voto, ma se i 'no' diventano 'sì' non porto rancore, noi siamo pronti a ripartire". Replica Di Maio: "Non temiamo le urne ma non scappiamo dalle promesse fatte agli italiani. Non lasciamo affondare la nave". Nel Pd invece è già scontro interno. Le tre condizioni presentate da Zingaretti a Mattarella per la formazione di un nuovo governo non sarebbero quelle concordate durante la direzione. I renziani infatti accusano i compagni di partito: "Qualcuno vuol far saltare l'intesa con i 5 Stelle". Ad aprire i colloqui Fratelli d'Italia che invoca il voto e Forza Italia che vuole un governo di centrodestra. A fine giornata Mattarella ha comunicato di aver dato tempo ai partiti fino a martedì per trovare una maggioranza parlamentare che sostenga un nuovo governo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali