FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Calenda sfida la piazza di Salvini: "Nella tana del lupo? Direi più lupacchiotto"

A "Stasera Italia" il deputato del Pd racconta della manifestazione sovranista alla quale è andato, il negato confronto con il vicepremier leghista

"Nella tana del lupo? Non esageriamo, è più lupacchiotto. Questo fatto per cui c'è la bestia, il lupo... onestamente il problema mi sembra opposto, ovvero che c'è poco spessore. Detto questo, le persone che ho incontrato sono cittadini italiani che hanno le loro idee e con le quali ho avuto scambi civili".

Risponde così alle domande dei giornalisti Carlo Calenda, un "marziano" nella piazza della Lega a Milano dove si è svolta la manifestazione sovranista. Il vicepremier Matteo Salvini aveva pubblicato sui social una provocazione nella quale dichiarava che il deputato del Pd non ci sarebbe stato, invece Calenda non solo si è presentato ma è stato anche ben accolto dal popolo della Lega.

L'ex ministro dello sviluppo economico, prima del governo Renzi e poi Gentiloni, ha ricevuto i complimenti di molti, che hanno apprezzato il suo coraggio nel presentarsi. L'unico rimpianto è essere stato interdetto dal palco.

"Non potevo certo pretenderlo, è un loro comizio. Ho solo offerto a Salvini la possibilità di avere un confronto nella migliore delle situazioni per lui, cioè davanti alle sue persone. Non l'ha voluto accettare, non posso pretenderlo né mi permetterei mai di farlo, quello che però posso pretendere è essere libero di andare dove voglio nel mio Paese. Non ho mai paura dei cittadini - aggiunge alla provocazione ironica della giornalista di "Stasera Italia" sul rischio di diventare un po' leghista - anche quando la pensano diversamente, soprattutto in quel caso".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali