FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ambiente, Fioramonti: "Giustificare lʼassenza degli alunni per le proteste sul clima"

Il neo ministro dellʼIstruzione ha inviato una circolare alle scuole: "Lʼimportanza di questa mobilitazione è fondamentale". Salvini: "Si autorizza una bigiata collettiva"

Ambiente, Fioramonti: "Giustificare l'assenza degli alunni per le proteste sul clima"

Il ministro dell'Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha inviato una circolare alle scuole invitandole "pur nella loro autonomia, a considerare giustificate le assenze degli studenti occorse per la mobilitazione mondiale contro il cambiamento climatico". Il ministro ha sottolineato su Facebook che la decisione è stata presa "in accordo con quanto richiesto da molte parti sociali e realtà associative impegnate nelle tematiche ambientali".

"In questa settimana, dal 20 al 27 settembre - si legge nella circolare inviata alle scuole - ragazzi e ragazze di ogni Paese stanno scendendo in piazza per rivendicare un'attenzione imprescindibile al loro futuro, che è minacciato dalla devastazione ambientale e da una concezione economica dello sviluppo ormai insostenibile. L’importanza di questa mobilitazione è quindi fondamentale per numerosi aspetti, a partire dalla necessità improrogabile di un cambiamento rapido dei modelli socio-economici imperanti. È in gioco il bene più essenziale, cioè imparare a prenderci cura del nostro mondo".

Una decisione, quella del ministro, che non è andata giù al leader della Lega: per Salvini "dopo aver proposto la tassa sulle merendine, il geniale ministro propone la 'bigiata' di massa. Ma secondo voi ci è o ci fa?".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali