FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Alessandra Mussolini: il 27/10 messa per il Duce a Predappio
 

Immediata la presa di posizione dellʼAnpi: "Il rispetto per i morti cʼè. Il problema è che questa commemorazione non si trasformi in unʼapologia del fascismo"

Alessandra Mussolini ha annunciato su Twitter una messa in suffragio del nonno Benito Mussolini domenica 27 ottobre a Predappio. "La cripta - si legge nel post - sarà aperta dalle 8:30 alle 18. La messa sarà celebrata alle 11:30 nella chiesa di San Cassiano adiacente al cimitero di Predappio. Il cimitero e la chiesa sono luoghi sacri che richiedono rispetto".

Anpi: "Vietare le manifestazioni fasciste" - "Il rispetto per i morti c'è. Il problema è che questa commemorazione non si trasformi in un'apologia del fascismo e della celebrazione di Mussolini che è stato una disgrazia per l'Italia. Ha trascinato l'Italia in un dramma che non è stato solo quello della guerra ma della soppressione delle libertà democratiche". Cosi' il vicepresidente dell'Anpi, Emilio Ricci, commentando l'annuncio della nipote del Duce.

 

"Non vanno tollerate manifestazioni di stampo fascista - ha quindi aggiunto Ricci -. Abbiamo rispetto per le vicende personali della famiglia ma siamo molto duri dal punto di vista politico e morale. Noi non dimentichiamo, siamo difensori della memoria e di tutti i martiri massacrati dai nazisti e dai fascisti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali