FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Lʼinformazione a 370 gradi" del ministro Barbara Lezzi: gaffe o fake news? Il dilemma corre su Twitter

Sui social si scatena lʼironia sul presunto lapsus ma cʼè chi sostiene che si tratti di una bufala ai danni della parlamentare 5 Stelle

"Bisogna informare i cittadini a 370 gradi". E' l'ultimo giallo sulla presunta gaffe del ministro per il Sud, Barbara Lezzi, fatta durante la trasmissione televisiva "L'Aria che tira" parlando del servizio pubblico e della necessità di un pluralismo dell'informazione scientifica. E, come al solito, i social non perdonano, con l'hashtag #Lezzi che è diventato trend topic su Twitter associato a vari meme e battute divertenti. Però c'è chi sostiene che si tratti di una fake news ai danni del ministro.

"Lʼinformazione a 370 gradi" di Barbara Lezzi: gaffe o fake news? Il dilemma su Twitter

La parlamentare 5 Stelle era già stata protagonista di una gaffe diventata virale. Quest'estate, infatti, la Lezzi sostenne che la crescita del Pil era dovuta al caldo e ai condizionatori accesi. Ma stavolta non ci sta e, proprio via Twitter, replica: "Basterebbe ascoltare gli ultimi secondi del video per scoprire che dico 360°. Ce la possono fare anche la Boschi e la Bellanova. Dai su, fate funzionare le orecchie".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali