FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Candice Swanepoel è diventata mamma di un maschietto

Lʼangelo di Victoriaʼs Secret ha chiamato il suo primogenito Anaca

Candice Swanepoel è diventata mamma di un maschietto

Fiocco azzurro in casa Victoria's Secret. Dopo Behati Prinsloo, un altro Angelo del noto marchio di lingerie americano è diventata mamma per la prima volta. Candice Swanepoel ha dato alla luce un maschietto. La bella modella e il suo compagno Hermann Nicoli hanno chiamato il bimbo Anaca, che è il nome di un tipo d'uccello brasiliano. Le prime congratulazioni sono arrivate dall'amico fotografo Jerome Duran...

Su Instagram Duran ha pubblicato uno scatto di Candice nuda e col pancione e ha scritto: "THE MOST BEAUTIFUL MAMA Congratulations!! Welcome Anacã!!! Already sooo much LOVE for you and the new family!" ovvero "La mamma più bella. Congratulazioni. Benvenuto Anaca. C'è già tanto amore per te e per la tua nuova famiglia!".

 

 

Candice, 27 anni, ha condiviso per mesi il suo bellissimo pancione attraverso scatti social postati su Instagram sempre molto sexy e bollenti, l'ultimo dei quali poche settimane fa immersa nell'acqua. La top model e Hermann stanno insieme da 10 anni. “Mi piacerebbe molto avere dei figli” aveva detto tempo fa Candice e il sogno si è adesso realizzato.

Candice Swanepoel, pancione nudo in acqua

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali