Gossip

Tgcom

RSS

Querela per bacio, Testi porta sms Ferilli a pm

Oltre 100 messaggini scambiati tra l'attrice e l'ex gieffino proverebbero una relazione tra i due. Lei aveva negato adombrando un legame gay di Francesco con il produttore Alberto Tarallo

20/9/2012

Francesco Testi ha consegnato ai pm di Bergamo oltre 100 sms scambiati con Sabrina Ferilli che proverebbero una relazione tra loro. La mossa dell'ex gieffino viene dopo lo scandalo scoppiato per le foto pubblicate dalla rivista "Oggi" in cui i due erano ritratti mentre si baciavano in una pausa sul set della fiction "Baciamo le mani". Lei aveva negato parlando di baci di scena adombrando una relazione gay tra Testi e il produttore Alberto Tarallo.

foto Oggi

Le immagini pubblicate a giugno dal settimanale mostravamo l'ex gieffino e l'attrice baciarsi durante una pausa dalle riprese sul set della fiction "Baciamo le mani" registrata in Bulgaria. Consegnando i messaggini ai magistrati, Testi ha voluto smontare la tesi della Ferilli che aveva sostenuto che i baci erano stati immortalati durante la registrazione di una scena e che una relazione con Testi sarebbe stata per lei impossibile dati i "rapporti" profondi tra il collega e Alberto Tarallo, produttore della serie. Le insinuazioni sull'omosessualità avrebbe fatto sentire diffamato Testi.

In un'intervista in edicola oggi su Vanity Fair, l'attore spiega che la love store con la Ferilli è iniziata nel giugno 2011 sul set della fiction "Né con te né senza di te". Lui sapeva che lei era fidanzata con Claudio Cattaneo e inizialmente pensava ad un breve flirt. Poi lei "sembrava decisa a trasformarlo in una storia seria". La cosa è durata sei settimane - spiega lui alla rivista - il tempo delle riprese della fiction. A mettere a termine alla liaison è stato Testi che non voleva essere relegato al ruolo di amante. Lei la prese male e gli mandava qualche sms sarcastico. Poi, il riavvicinamento a marzo 2012, per "Baciami le mani". "Sabrina torna alla carica e mi racconta che la sua situazione sentimentale è cambiata, che non è più impegnata, che mi ama", afferma lui. Ma dopo le riprese "lei è tornata a farsi fotografare con il fidanzato ufficiale per il suo compleanno". Un'umiliazione per l'ex gieffino.

Ma, a farlo correre dai magistrati con le prove del loro rapporto, ci è voluto altro. L'allusione ad una relazione omosessuale che avrebbe reso "impossibile" il tradimento di Cattaneo. "Insinuare che io sia gay, evidentemente, era l'unica arma a sua disposizione per far credere a Cattaneo che tra noi non ci può essere stato nulla", afferma amaramente.

Ultimo aggiornamento ore

OkNotizie

PUBBLICITA'