FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
moneyfarm
Contenuto sponsorizzato

Portafogli a prova di crisi: come navigare al meglio i mercati
 

Ogni crisi offre delle opportunità che bisogna saper cogliere. Puntare su un portafoglio diversificato, con un'ottica di investimento di medio-lungo termine è la scelta giusta per limitare la volatilità dei listini

I mercati finanziari stanno recuperando quanto perso. Wall Street in un mese dallo scoppio della crisi ha bruciato il 35% del suo valore; l’Europa ha visto andare in fumo il 40%. Dopo i crolli, però, ci sono i recuperi. Il Nasdaq ha colmato il gap, tornano ai livelli pre-Covid, manca poco agli altri listini americani. Le azioni italiane devono recuperare ancora un 20% ma la via della risalita è tracciata, con una netta diminuzione della volatilità. Questa fase può essere un’occasione per ripensare come si approcciano gli investimenti: ogni crisi offre delle opportunità da cogliere. Dopo crolli repentini ci sarà sempre un recupero. Ecco quali certezze è bene non perdere mai di vista per valorizzare il proprio portafoglio

Il toro non è morto

Dopo l’Orso più veloce della storia, sembra proprio che il Toro abbia ripreso la sua corsa. I mercati anticipano sempre l’economia reale che, per ora, non dà segnali incoraggianti. Quando tornerà a crescere? Presto per dirlo, ma nel frattempo i mercati torneranno a salire sulle aspettative di crescita, prima che i dati sul Pil globale torneranno in positivo. Per far fronte a questa crisi, le Banche centrali hanno già adottato poderose misure monetarie e i governi si sono mossi aumentando gli stimoli fiscali. I mercati, semplicemente, vanno più rapidi: l’investitore deve restare pronto per non perdere occasioni nella fasi di ripresa.

 

Parola d’ordine: diversificazione

Per contrastare la volatilità sui mercati, a maggior ragione in periodi di forti turbolenze, occorre diversificare i propri investimenti, in un’ottica di lungo periodo. La storia ci insegna, infatti, che uno dei metodi più efficaci per ridurre le probabilità di perdita nel breve termine è la costruzione di una strategia ben bilanciata, che includa diverse asset class geografiche. Se si sceglie un orizzonte di medio-lungo termine, la domanda da farsi non sarà più come chiuderanno i mercati nelle prossime settimane, perché la strategia punta alla gestione del rischio in un orizzonte temporale più ampio, in grado di calmierare l’oscillazione della volatilità.

 

Investire è l’unica soluzione

Durante il lockdown, gli italiani hanno aumentato i risparmi posteggiati sui conti correnti. Secondo i dati della banca d’Italia sono oltre 1.600 i miliardi posteggiati sui conti correnti. Lasciare i soldi immobilizzati non è una scelta premiante per il proprio portafoglio. I tassi sono a zero, i rendimenti della liquidità resteranno minimi per anni, senza considerare i costi fissi del conto e quelli dell’inflazione. Oggi l’azionario è probabilmente l’unica asset class che può offrire rendimenti attesi positivi nel lungo termine: il tempo è il miglior alleato di ogni investimento. Decidere di non investire è un errore perché significa rinunciare ai rendimenti ipotetici. Scegliere un servizio di consulenza indipendente, come quello offerto da Moneyfarm , è il primo passo per definire la propria strategia di investimento.

 

 

E’ il momento di concentrarsi sul futuro: per aiutare gli investitori che volessero pianificare un investimento di lungo termine Moneyfarm ha messo a disposizione i propri consulenti per pianificare la migliore strategia di ingresso sul mercato, anche graduale. Inoltre per chi volesse investire entro il 30 giugno, c’è la possibilità di non pagare l’imposta di bollo su tutti gli investimenti effettuati durante il 2020.

 

Investi con Moneyfarm entro il 30 giugno e non paghi l'imposta di bollo per tutto il 2020