FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
moneyfarm
Contenuto sponsorizzato

Come investire 50.000 euro nel 2020 senza rischi
 

Diversificazione e orizzonte temporale di medio-lungo termine sono la chiave per ottenere rendimenti interessanti nel tempo, contenendo i costi grazie alla consulenza indipendente

Dal crollo dei mercati di fine marzo, le Borse hanno praticamente recuperato tutte le perdite. Una discesa repentina e poi una vigorosa risalita. Non è certo la prima volta che capita e non serviva il coronavirus per mettere in luce un aspetto che ogni investitore dovrebbe tenere bene a mente: restare investiti resta l’opzione migliore per chi è alla ricerca di rendimento e vuole ridurre il più possibile i rischi.

Restare investiti è sempre la scelta migliore

Gli indici dei mercati finanziari crollano, toccando i minimi, a causa dello scoppio della pandemia da coronavirus. Qualche investitore può aver ceduto al panico, decidendo di vendere i suoi prodotti finanziari. Per poi, magari, ricomprarli qualche settimana dopo, quando i mercati hanno praticamente recuperato tutto il gap. Risultato? Vendere ai minimi e ricomprare sui massimi è il modo migliore per perdere denaro. Restare investiti, invece, anche in momenti di forte stress e ribassi, si è sempre rivelata una scelta vincente nel lungo periodo.

 

Come investire 50mila euro

E a proposito di investimenti, se fossi riuscito a mettere da parte 50mila euro - tra l’altro il risparmio delle famiglie italiane è cresciuto considerevolmente nel periodo del lockdown - ecco qualche idea per iniziare a investire in maniera sicura. Per vedere aumentare il proprio gruzzoletto nel corso del tempo, è bene tenere a mente l’importanza della diversificazione, il contenimento dei costi e i vantaggi di un orizzonte temporale lungo.

 

Prima cosa: diversificare

Investire l’intera somma su un unico titolo, lo capisce anche chi non è esperto di finanza, non è una buona scelta. Se quel titolo, infatti, oppure fondo, dovesse perdere valore, farebbe sprofondare l’intero portafoglio di investimento. Meglio, quindi, diversificare: sia comprando strumenti diversi ma anche decorrelando l’investimento dal punto di vista geografico.

 

L’importanza dell’orizzonte temporale

Una volta definito il proprio profilo di rischio, si mette a fuoco qual è il proprio orizzonte temporale. Per quanto tempo pensiamo che i nostri 50mila euro debbano stare investiti? Optare per un orizzonte di medio-lungo termine è preferibile perché, nel tempo, gli effetti della volatilità del momento - per esempio il crollo dei mercati a fine marzo causa Covid - viene mitigata e fortemente limitata. Scegliere un orizzonte temporale di ampio respiro, quindi, è un metodo efficace per limitare il rischio del proprio investimento.

 

Ridurre i costi con un consulente indipendente

Chi è alla ricerca del rendimento, dovrebbe anche controllare che i costi del proprio investimento non siano troppo alti perché, in caso contrario, questi possono influire negativamente e in maniera sensibile sulle performance nel corso degli anni. Il servizio di consulenza indipendente offerto da Moneyfarm, ad esempio, pesa lo 0,7% all’anno sul capitale investito. Nel caso di 50.000 euro, il costo della Gestione Patrimoniale ammonterebbe a 350 euro annui. Non un centesimo di più perché non ci sono costi di apertura e di negoziazione. I rendimenti attesi, infine, dipendono dal profilo di rischio dell’investitore.

 

 

Scopri la gestione patrimoniale Moneyfarm, il consulente indipendente più apprezzato in Italia