Novità Skoda

Skoda Octavia Wagon restyling 2024: come va su strada

Abbiamo guidato la nuova Octavia 2024, che è stata aggiornata nel look e nei contenuti per continuare la sua carriera di bestseller del marchio, nonché di wagon più venduta in Italia.

21 Mag 2024 - 16:55
 © Ufficio Stampa Skoda

© Ufficio Stampa Skoda

Quando si pensa a una wagon, una delle prime a saltare in mente è lei, la Octavia Wagon: basta questo per comprendere l’importanza di questo modello nel segmento delle familiari. La Octavia è stata la wagon più venduta in Italia nel 2023 ed è anche il modello bestseller di Skoda, con oltre 7 milioni di unità consegnati nel mondo in 28 anni e quattro diverse generazioni. Le flotte aziendali sono il target di riferimento, rappresentando ben l’87% delle vendite totali. Il restyling 2024 porta in dote una leggera rivisitazione estetica e un aggiornamento degli interni con l’arrivo anche dell’intelligenza artificiale, inoltre è stata migliorata l’efficienza dei propulsori e la sicurezza con Adas ancora più all’avanguardia. Disponibile anche in versione berlina, la Octavia 2024 ha prezzi a partire da 28.450 euro.

Esterni: qualche ritocco con parsimonia

 Il design della nuova Octavia non cambia sostanzialmente, ma si modernizza con una serie di ritocchi di stile. I paraurti anteriore e posteriore sono stati ridisegnati con prese d’aria inferiori riviste e nuove air curtain, mentre la mascherina Skoda è stata modificata per raccordarsi al meglio con i nuovi gruppi ottici. Arriva la tecnologia Matrix Led di seconda generazione, che è disponibile in opzione. I gruppi ottici posteriori a led, negli allestimenti più ricchi offrono anche la funzione coming/leaving home e gli indicatori di direzione dinamici.

Interni: migliora l’esperienza

 Nell’abitacolo della nuova Octavia Wagon le novità riguardano l’utilizzo di nuovi materiali sostenibili per i sedili per il cruscotto e per i pannelli delle porte (ad esempio vengono utilizzate le bucce del caffè al posto dei prodotti chimici per la concia dei rivestimenti in pelle) e l’introduzione di un display digitale con grafica rivista. Arriva anche lo schermo del sistema infotelematico da 13 pollici e l’intelligenza artificiale di ChatGPT integrata nell’assistente vocale Laura. Davvero interessante la funzione Pay to Park, già attiva anche in Italia, che consente di pagare il ticket del parcheggio direttamente attraverso l’infotainment della vettura, senza l’utilizzo di app di terze parti.

Skoda Octavia 2024: immagini ufficiali

1 di 8
© Ufficio Stampa Skoda © Ufficio Stampa Skoda © Ufficio Stampa Skoda © Ufficio Stampa Skoda

© Ufficio Stampa Skoda

© Ufficio Stampa Skoda

Le motorizzazioni

 La gamma di motori si aggiorna con nuovi motori a benzina, anche mild hybrid, e unità diesel potenziate. Le versioni entry level sono rappresentate dal benzina 1.5 TSI a quattro cilindri (in sostituzione del precedente tre cilindri) e dal diesel 2.0 TDI entrambi da 115 CV (85 kW) in abbinamento al cambio manuale a 6 marce. Il motore 1.5 TSI è declinato anche nel livello di potenza da 110 kW (150 CV) che è disponibile anche con la tecnologia mild hybrid a 48 volt (sulla versione meno potente l’ibridazione è abbinata unicamente al cambio automatico DSG). La gamma è completata anche da un livello di potenza maggiore del 2.0 TDI, da 150 CV (110 kW). Entrambe le motorizzazioni a gasolio sono state riviste all’insegna dell’efficienza e sono dotate di sovralimentazione con una turbina a geometria variabile che genera una pressione ottimale su un ampio range di regimi.

Come va su strada

 Sulle strade che vanno da Vienna a Mikulov, nella regione della Moravia, in Repubblica Ceca, abbiamo provato la nuova Octavia Wagon nella versione 2.0 TDI da 150 CV e 1.5 TSI mild hybrid da 150 CV. Entrando a bordo ci accoglie un abitacolo comodo e ben rifinito, con rivestimenti curati e decisamente da categoria superiore. La versione diesel sarà scelta dai fleet manager che cercano una wagon perfetta per i viaggi in autostrada con costi di gestione contenuti: la Octavia 2.0 TDI 150 CV è esattamente questo e, grazie ai 360 Nm di coppia, la ripresa si rivela sufficientemente brillante quando è richiesta maggiore potenza. L’abbinamento con il cambio DSG è studiato per viaggiare nel massimo comfort su qualsiasi tipologia di strada, sia in città che sulle extraurbane. Si avverte una certa rumorosità di fondo proveniente dal motore, che tuttavia non diventa mai un elemento di disturbo data l’elevata insonorizzazione dell'abitacolo. La versione benzina mild hybrid eroga la stessa potenza massima del diesel provato (150 CV), ma la guida diventa più fluida, così come i passaggi di marcia sono più veloci. Da segnalare l’intervento dei sistemi Adas che in certe situazioni può essere piuttosto invasivo.

Quanto costa

 La nuova Skoda Octavia è disponibile in Italia negli allestimenti Selection, Executive, Style e Sportline. Già ordinabile nei concessionari, ha un listino che parte da 28.450 euro per la berlina in versione 1.5 TSI Selection e da 29.500 euro per la Wagon con la stessa motorizzazione.

Ti potrebbe interessare

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri