FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

BMW DriveNow e Toyota Yuko

A Milano la Casa tedesca, a Forli le ibride Toyota

Ormai è car sharing mania. La condivisione della stessa auto, prendendola a noleggio quando serve, anche pochi minuti e con la libertà di lasciarla ovunque (purché nel raggio dʼesercizio del servizio) sta dilagando. Gli ultimi attori a entrare in scena sono BMW a Milano col servizio DriveNow e Toyota a Forlì con Yuko, questʼultimo il primo car sharing in Italia di vetture full hybrid.

BMW e Toyota, car sharing in arrivo

I due servizi funzionano pressappoco come tutti gli altri: Car2go di Smart, Enjoy di Eni e Fiat, Twist di Citroen, GirACI di Aci Global, ecc. DriveNow nasce dalla partnership tra il gruppo BMW e Sixt SE, nome affermato nel settore dellʼautonoleggio. A Milano partirà il 19 ottobre prossimo, prima città in Italia, e la flotta è composta da 480 vetture BMW e MINI: Serie 1, Serie 2 Active Tourer, Serie 2 Cabrio, MINI 5 porte, MINI Clubman e MINI Cabrio. Entro fine anno dovrebbero arrivare anche 20 modelli di BMW i3, la compatta elettrica della Casa bavarese. Per diventare cliente, occorre registrarsi e abituarsi a usare lʼapp, che serve per scegliere, aprire e avviare la vettura, ma anche per chiuderla e lasciarla libera al prossimo cliente.

Il costo di DriveNow è di 31 centesimi di euro al minuto (un poʼ più caro della media dei competitor, ma le auto proposte sono di fascia superiore) e include parcheggio, carburante, pedaggio nellʼArea C. Non mancano le offerte, come il pacchetto di 6 ore che costa 54 euro e include 120 chilometri. Sono già 5 anni che BMW ha lanciato il servizio di car sharing DriveNow in Europa. In Germania è attivo a Berlino, Amburgo, Monaco, Düsseldorf e Colonia, nel resto del continente a Londra, Vienna, Copenhagen, Stoccolma e Bruxelles. I clienti sono più di 600 mila.

Più limitato è invece Yuko (in italiano “Andiamo”), il servizio col quale Toyota entra nel segmento del car sharing. Lo fa scegliendo una piccola città ‒ Forlì ‒ dallʼelevata qualità della vita, e con unʼauto ecologica come la Auris Hybrid, che potrà entrare liberamente nelle ZTL e parcheggiare gratis sulle strisce blu. Prima della città romagnola, Toyota aveva lanciato il servizio soltanto a Dublino lo scorso giugno. I 7 modelli di Yaris Hybrid disponibili sono tutti equipaggiati con touchscreen e navigatore, retrocamera e Bluetooth. Il servizio partirà a metà novembre e sarà attivo 24 ore su 24.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali