FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Prodotta a Melfi la Jeep Renegade

Debutto europeo anche per la nuova Cherokee

- Piccole Jeep crescono. E lo fanno nel cuore dell’Italia, perché il nuovissimo Renegade, l’atteso Suv di segmento B del marchio americano, verrà prodotto a Melfi, dove Fiat produce la Punto. Accanto a lei all’84° Salone di Ginevra la nuova Cherokee, un Suv più grande che fa la sua anteprima europea, ma è già diffuso in Nord America. Entrambi spiccano per le loro capacità off-road: Renegade e nuovo Cherokee non mancano di nessuna delle doti che hanno reso celebri le Jeep nel mondo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Linee squadrate, look da fuoristrada classico, doti di trazione 4x4 racchiusi in un corpo di carrozzeria di 4 metri circa. La produzione italiana non intacca dunque lo spirito di Jeep Renegade, che aggiunge il tocco di stile importante di un tetto MySky che può aprirsi e dar vita a un Suv decappottabile. Offre due avanzati sistemi di trazione integrale che garantiscono prestazioni off-road di riferimento nella categoria: Active Drive e Active Drive Low, entrambi capaci di trasferire il 100% della coppia su una singola ruota, garantendo così sempre la massima aderenza, ma con la seconda modalità che vanta un rapporto finale di riduzione di 20:1, esclusiva nel segmento e propria della versione Renegade Trailhawk.

    Non mancano versioni a trazione anteriore, come sul 1.6 benzina da 110 CV e per il motore 1.4 Multiair2 a benzina da 140 CV. Sempre a benzina è però disponibile il motore 1.4 turbo da 160 CV, a trazione anteriore o integrale e con l’abbinamento al nuovo, sofisticato cambio automatico a 9 rapporti. A gasolio due moderni Multijet, il 1.6 da 120 CV e il 2.0 da 140 o da 170 CV e con l’opzionale cambio automatico a 9 rapporti. Jeep Renegade è il primo small Suv a essere dotato del dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore e dell’unità di trasmissione della potenza (PTU), così da ridurre i consumi delle versioni 4x4.

    I mercati europei apprezzeranno anche l’altra novità ginevrina di Jeep: la nuova Cherokee. Anche questo Suv di segmento C ha gli stessi due sistemi di trazione integrale e dispone di 4 modalità di marcia (Auto, Snow, Sand e Mud), che sulla versione Trailhawk diventano 5 perché vi si aggiunge quella Rock. Per i fan del fuoristrada significa performance di livello superiore, grazie all’assetto di 20 mm più alto da terra, esclusivi paraurti e piastre di protezione, angoli di attacco di oltre 30 gradi e dossi di 25 gradi facilmente superabili, oltre a una profondità di guado pari a 48 cm. Jeep Cherokee dispone inoltre del sistema Hill-descent Control e col motore diesel può trainare rimorchi fino a 1.500 kg.

    TAG:
    Jeep Renegade
    Melfi
    Nuova Jeep Cherokee
    Salone di Ginevra
    Renegade Trailhawk
    Active Drive