FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Wikileaks, media: Assange è diventato cittadino dellʼEcuador

Assange ha aggiunto una quota di mistero al caso, pubblicando su Twitter una sua foto mentre indossa la maglia della nazionale di calcio ecuadoriana

Julian Assange, il cofondatore di Wikileaks rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra dal 2012, avrebbe acquisito la cittadinanza del Paese sudamericano. La notizia, rivelata dalla stampa locale, non è stata però confermata né smentita dal governo di Quito. Assange stesso ha aggiunto una quota di mistero al caso, pubblicando su Twitter una sua foto mentre indossa la maglia della nazionale di calcio ecuadoriana.

Il quotidiano El Universo ha reso noto che Assange dispone di una carta di identità ecuadoriana e ha ricevuto un passaporto dello stesso Paese lo scorso 21 dicembre. L'esistenza di questa carta di identità è confermata dalla consultazione dei siti web del Registro Civile (anagrafe) e del Servizio di Rendita Interna (agenzia fiscale) dell'Ecuador.

Fonti del Registro Civile hanno indicato d'altra parte al giornale che solo il ministero degli Esteri può chiarire ufficialmente le circostanze in cui un cittadino straniero è stato naturalizzato. Questo dicastero, però, ha emesso un breve comunicato stampa nel quale, dopo aver ricapitolato la vicenda giudiziaria di Assange, precisa che il governo "non risponderà a voci né a informazioni distorte o decontestualizzate riguardo a questo caso".

Solo martedì era emerso che il governo dell'Ecuador stava valutando la possibilità di ricorrere ad una "mediazione" per risolvere la situazione di Assange, rifugiato nell'ambasciata ecuadoriana a Londra dal 2012. Una situazione definita "insostenibile" dal ministro degli Esteri di Quito, Maria Fernanda Espinosa.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali