FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, salva cane nellʼauto sotto il sole ma sfonda il finestrino: arrestato

Lʼanimale soffriva per il caldo, così lʼuomo è intervenuto. La legge della Georgia, però, lo consente solo quando dentro ci sono bambini

Usa, salva cane nell'auto sotto il sole ma sfonda il finestrino: arrestato

Arrestato per aver salvato un cane: questa la strana vicenda che ha per protagonista Michael Hammons, veterano dell'esercito statunitense. Per salvare l'animale, rimasto chiuso in un'automobile parcheggiata al sole, Hammons ha infatti sfondato il finestrino. La legge della Georgia, però, consente di farlo solo quando a essere intrappolati sono dei bambini. Dopo il fermo le autorità hanno comunque fatto cadere le accuse.

Il proprietario del cane si era recato in alcuni negozi e aveva lasciato l'animale dentro la sua Ford Mustang. Alcuni passanti avevano allertato la polizia per liberarlo, ma il veterano non ha atteso l'arrivo delle forze dell'ordine. Hammons era stato quindi arrestato per violazione di proprietà privata.

La vicenda, però, ha avuto un doppio lieto fine: con il consenso del proprietario, che è stato citato per aver lasciato il cane al caldo nella macchina, le accuse contro il veterano sono poi cadute. Il finestrino della macchina, invece, sarà riparato gratuitamente da una concessionaria Ford locale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali