FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, "il ponte di Brooklyn e altre 47mila infrastrutture a rischio crollo"

Senza stanziamenti, si legge nellʼultimo report dellʼAmerican Road and Transportation Builders Association, si deteriorano sempre più ponti, dighe e strade

E' l'icona della Grande Mela, percorsa quotidianamente da 100mila auto e 10mila persone; ha 150 anni ma... portati male. E' il ponte di Brooklyn, a New York, che, con altre 47mila infrastrutture in tutti gli Stati Uniti, è a rischio crollo per mancanza di manutenzione. A lanciare l'allarme è un dossier dell'American Road and Transportation Builders Association che annualmente verifica lo stato di ponti, dighe e strade, in mancanza degli investimenti necessari. "Di questo passo, neanche in 80 anni il ponte di Brooklyn tornerà all'antico splendore", è il commento degli esperti.

I numeriSecondo il nuovo rapporto sullo stato delle infrastrutture americane, il 50% dei ponti è obsoleto; di questi, 40mila soffrono di gravi danni strutturali e necessitano, quindi, di interventi urgenti. Compreso il ponte di Brooklyn, il primo sospeso degli Usa.

Inoltre, il 70% delle dighe ha più di 50 anni di vita, mentre un terzo delle principali arterie stradali versa in cattive condizioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali